FINESTRA STAMPA, VENERDI 13 MARZO 2015

IL TEMPO,prima. Nessuno chiede scusa a Berlusconi. Il processo Ruby flop. Hanno fatto carriera spiando il Cavaliere dal buco della serratura. Ecco giornalisti,politici,attori e quaqyaraqya che adesso tacciono di fronte all’assoluzione.

IL TEMPO,prima. GIAN MARCO CHIOCCI. COME FONZIE (NON CI RIESCONO). Niente. Non ce la fanno proprio a chiedergli scusa. Non ci riescono. È più forte di loro, andrebbero contro natura, come Fonzie in Happy Days. Dopo aver detto e scritto di tutto sugli affari privati e personali del Cavaliere, le facce di tolla che voi tutti conoscete anziché guardarsi allo specchio e chiedere scusa per aver chiamato pedofilo, pappone e maniaco sessuale l’ inquilino di Arcore risultato innocente, oggi tacciono. Muti, tutti. Su internet, nei social, da un salotto televisivo all’ altro: nessun paranoico antiberlusconiano che abbia alzato il telefono per dettare uno straccio di mea culpa alle agenzie di stampa. E pensare che erano in tanti a gongolare sguaiatamente ad ogni intercettazione su Ruby Rubacuori pubblicata o messa in audio un giorno sì e l’ altro pure. Tantissimi quelli che ne chiedevano l’ espulsione da Palazzo Chigi per oscenità manifesta. Erano gli stessi che in precedenza s’ erano indignati per le indiscrezioni sulle telefonate hard (in realtà mai avvenute) di Mara Carfagna, colpita dai si dice infami e poi stuprata dalla diffamazione di Sabina Guzzanti.
Guardiani della libertà di stampa abituati a dire e non dire ma comunque a lasciar intendere retroscena luridi e infamanti: come la droga trasportata dalla «dama bianca» che poteva avere a che fare coi voli dell’ ex premier (tweet di Saviano); come le cene eleganti all’ insegna del totem sessuale, dei trenini, o della cocaina a strisce per dirla con la pentita Perla Genovesi; come il lettone di Putin e lo stakanovismo prestazionale rivelato a suon di scoop registrati dall’ icona Patty D’ Addario; come mille altre cosucce che in questi anni la magistratura ci ha gentilmente fatto conoscere anche in violazione del segreto istruttorio.(…) • Il giorno dopo l’ assoluzione di Silvio Berlusconi di scuse nemmeno l’ ombra. Tutto l’ esercito di «accusatori» si è ben guardato dal fare un passo indietro e ammettere di aver sbagliato.
Ecco giornalisti, politici, attori e quaquaraqua che adesso tacciono di fronte all’ assoluzione. E ci si mettono anche i vescovi che paragonano l’ ex premier all’ aborto: ma sulla questione pedofilia restano invece in silenzio. Intanto sul fronte politico ieri vertice con l’ ex fedelissimo Verdini a palazzo Grazioli: ma lapace è lontana.

IL TEMPO,p2.E i vescovi fanno la morale: Silvio? E’ come l’aborto. La Cei: “un conto e’ la legge, altro e’ l’etica”. Ma restano un silenzio sui preti (veri) pedofili

IL TEMPO,p2. Criticato,oltraggiato e insultato per anni. La politica non chiede scusa a Berlusconi. Da Renzi a Bersani, da Gentiloni alla Caruso: tutti lo avevano gia’ condannato

IL TEMPO,p2. E Francesca si fa tatuare “SILVIO”

IL TEMPO,p3. Le “prove schiaccianti” diventano un boomerang. L’ex premier processato senza udienza preliminare. Il procedimento e’ stato aperto in soli 4 mesi. I pm chiesero “giudizio immediato”

IL TEMPO,p4. Il Cav vince sempre con l’asso di Coppi. Profilo basso, freddezza e meticolosita’. Cosi l’avvocato costruisce i suoi successi: “se dovessi fare una lezione all’universita’,la farei su qiesto processo”

IL TEMPO,p4. Ma Longo non ci sta: “abbiamo fatto tutto Ghedini ed io”. L’altro legale del leader di Forza Italia punzecchia il nuovo arrivato: “ha soltanto scritto la relazione finale, con Niccolo’ ci siamo occupati del Ruby ter”

IL TEMPO,p5. Incontro Silvio-Verdini. Ma la pace e’ lontana. Candidature in Toscana in alto mare. Brunetta/ “ieri toccava a me, oggi a Denis”. Pranzo col leader PPE DAUL: “lavoro al centrodestra unito”.

IL TEMPO,p6. Renzi: “voglio un canale senza la pubblicita'”. Il cda eletto dal Parlamento in seduta comune. Piu’cultura. Ma non  si sa con quali soldi.

IL TEMPO,p7. “Assumo 100mila precari”. Gli altri a casa. Renzi e il ddl sulla “buona scuola” da presentare lunedi alle Camere. I presidi sceglieranno i prof dall’Albo. Duecentomilioni per i meritevoli

IL TEMPO,p8. Salvini ci ripensa: Padania libera. Dopo lo sbarco al Sul il leader leghista torna a chiedere l’indipendenza. Ma la scelta non evita la scissione: i parlamentari veneti lasciano il gruppo.

IL TEMPO,p8. Intervista ad ARMANDO SIRI,responsabile del programma economico di SALVINI: “la flat tax non ek una favoletta. Meno tasse per liberare gli italiani.

IL TEMPO,p18. Dalla spiaggia al carcere, Battisti non scappa piu’. Il Brasile arresta il terrorista rosso ergastolano. Il parente di una vittima: “gran bella notizia”.

IL TEMPO,p18. Sottosegretario indagato per gli immigrati. Castiglione nei guai per gli appalti al centro di accoglienza. Coinvolto anche Odevaine. I sospetti sulla gara per la gestione del Cara di Mineo, il piu’grande punto di accoglienza di Europa

IL TEMPO,p11. Alla sbarra i partigiani anti-Priebke. Cinque antagonisti assaltarono il carro funebre e impedirono la cerimonia per l’ufficiale delle Ss. Le esequie furono organizzate dai frati lefebvriani.

IL TEMPO,p14. L’Isis: “vogliamo Parigi e poi Roma”.

IL TEMPO,p18. Sigilli ai ristoranti della ‘ndrangheta. Sequestrati Er Faciolaro e La Rotonda. Blitz della Dia a due passi dal Pantheon. In manette Salvatore Lania l’imprenditore della confista del Cafe’ Ven 13 mar 2015 Paris. 8 indagati.

IL TEMPO,p19. Il Comune vuole demolire il centro per ragazzi autistici: “ci incateniamo alle sbarre”

Mattino,prima. Scuola:poteri ai presidi e premi. I dirigenti sceglieranno gli insegnanti. Saltano gli scaatti di merito, resta l’anzianita’.

Mattino,p6. Rai, rinviato il ddl. Renzi: capo azienda scelto dal governo. Le decisioni al prossimo CDM. Il premier: partiti fuori dalla gestione di viale Mazzini.

Mattino,p7. Intervista a FRECCERO: “informazione e fiction e’ questa la strategia vincente”. L’ex direttore di rete: “no alla rottamazione a ogni costo”.  Fanfani aveva designato Bernabei insieme a intellettuali

Repubblica,prima. La nuova scuola: “prof scelti dai presidi e soldi a chi merita”. Renzi vara il disegno di legge: “mai piu’ supplenti e classi pollaio”. Sgravi alle paritarie. Insegnanti, 500 euro di aggiornamento

Repubblica,p6. Berlusconi, gelo dei vescovi. “Il giudizio morale resta”. Anm e Csm difendono i pm. Mons Galatino: “la legge arriva fino a un certo punto”. Sabelli: sbaglia chi invoca la responsabilita’ civile.

Repubblica,p6. Verdini-Silvio, duello finale. “Ora scegli tra me e la Rossi”. “Mi trattate da rimbambito”. L’ex coordinatore punta il dito anche contro Toti e la Bergamini. E sul Nazareno: “ti serve”. Berlusconi: la lettera dei 17 e’ stato un atto di slealta’m e non posso sostituire Brunetta come mi chiedi

Repubblica,p7. Intervista al capo dell’anticorruzione CANTONE: “ma il processo all’ex premier andava fatto”. La parte della legge Severino su concussione indebita e induzione resta discutibile

Repubblica,p8. Ruby-ter, Spinelli sotto torchio per ore. Il ragioniere di Berlusconi sentito sui pagamenti alle ospiti del Bunga Bunga. Interrogati anche i genitori dell’ex fidanzato di Karima. Chiesta la proroga delle indagini: “nei pc e negli smartphone una mole di indizi

Repubblica,p11. Dopo lo scandalo Mose la sfida all’ultimo voto tra l’ex pm e il giornalista.

Repubblica,p17. Il mistero di Putin scomparso da 7 giorni tra paure e smentite. “E’ malato”. Ma il Cremlino assicura: “sta benissimo”. Un ex consigliere del presidente: “i falchi vogliono il golpe”. Su Twitter le voci dell’insolito via vai di elicotteri sul piazzale della lubjanka.


Giornale,prima. SALVATORE TRAMONTANO. Il linciaggio continua. Giustizialisti e moralisti. Nonostante l’assoluzione in Cassazione vescovi,magistrati e procura non si rassegnano.

Giornale,prima. Ipocrisie “democratiche”. Da razzisra i icona: Tosi il nuovo Fini. Dopo il litigio con Salvini il sindaco di Verona e’ diventato l’idolo della sinistra

Giornale,p4. ADALBERTO SIGNORE. Silvio vuole ricompattare le 4anime di Forza Italia

Giornale,p4. FRANCESCO CRAMER. Berlusconi frena Verdini. Congelate le polemiche. Nel faccia a faccia il leader chiede conto del documento dei 17 e dell’ipotesi gruppi separati. Il capo dei nazareni fa retromarcia ma difende le riforme: torneremo a essere centrali. Il senatore toscano contesta Brunetta e la tesoriera Rossi

Giornale,p5. Lady Tosi guida la scissione: 6 parlamentari via dalla Lega. La senatrice Bisinella, nuova compagna del sindaco di Verona: “seguo il suo progetto”, il partito e’ cambiato, altri pronti a uscire. Ma i gruppi del Carroccio non rischiano

Giornale,p6. Guerra critica il Jobs Act. E’ faida tra i renziani doc.

Corsera,p8. PAOLA DI CARO. Berlusconi vede Verdini. Ma lo scontro resta. Teso faccia a faccia a Palazzo Grazioli con l’ex coordinatore, che contesta la fine del dialogo sulle riforme. Il leader azzurro tiene il punto: Brunetta rimarra’ capogruppo, confronto sul partito rinviato a dopo il voto

Corsera,p8. Intervista di TOMMASO LABATE a MICHAELA BIANCOFIORE: “irriconoscenti. Speravano che Silvio abbandonasse Fi”

Corsera,p8. MASSIMO FRANCO. La strategia dell’ex premier per evitare la diaspora. Il leader di Forza Italia dovra’ cercare anche un equilibrio con la Lega al Nord, col rischio di perdere elettori a favore dei democratici

Corsera,p9. Donne Pd contro Emiliano: capolista come bambole. L’ex sindaco sceglie 6 candidate per guidare la corsa alle Regionali,ma e’ polemica

Corsera,p12. Raduno e lancio del manifesto. Nasce la PODEMOS di Landini. Il progetto del segretario per la “coalizione sociale”. Domani l’incontro alla Fiom

Libero,prima. MAURIZIO BELPIETRO. Cribbio, riprocessano il Cav. Altro che chiedere scusa.

Libero,prima. In casa di riposto sto male, cerco una famiglia che mi adotti. L’appello di un ex farmacista: “pronto a pagare una retta da 1600 euro al mese”.  Dottor Luigi Buzio, Casa di Riposo Ospedale Santa Croce, Via Ernesto Panza 220, 15046 san Salvatore Monferrato (Alessandria)

Libero,p3. Intervista ad ALBA PARIETTI: con certe persone i pm si divertono. Tanto sanno che non pagheranno

Libero,p10. CRAC IMCO. Bancarotta per il figlio della Cancellieri, Piergiorgio Peluso.

Libero,p10. Mafia capitale sbarca in Sicilia. Indagato sottosegretario NCD. Tangenti per aggiudicarsi la gestione del centro immigrati. Tra gli altri coinvolti Luca Odevaine e Giuseppe Castiglione

Libero,p20. Intervista a Donazzan, assessore Veneto: per le regioni il piano giovani si e’ trasformato in una trappola. Il governo voleva dimostrare che spendiamo senza alcun risultato

Libero,p21. Intervista ad Aprea, assessore Lombardia: il successo della Lombardia si regge sulle politiche attive. La Youth Guarantee da noi e’ decollata grazie all’esperienza della Dote Lavoro

Libero,p35. Renzi sfida Maroni: no alla legge sulle moschee. Roma ha impugnato la delibera del Pirellone che fissava paletti e regole sulla sicurezza nei nuovi luoghi di culto

Stampa,p4. Intervista a MINOLI: “bene la nuova governance. Ma rimettano al centro il prodotto. Il supermanager deve capire di televisione. Negli ultimi anni a Viale Mazzini di uomini di prodotto ne sono rimasti pochissimi e non contano nulla”

Stampa,p7. VERDINI VEDE BERLUSCONI, MA RESTANO LE DIVERGENZE. Bocciata la sua richiesta di “processare” il capogruppo Brunetta: “Denis, non e’ il momento di creare altre fratture, ci sono le elezioni

Stampa,p17. Al Pantheon i ristoranti della ‘ndrangheta. Roma, sequestrati Er faciolaro e La rotonda: i titolari avevano dichiarato reddito zero al fisco. Intervento della Guardia di Finanza anche in Calabria:bloccate quote per 210milioni a 12 societa’. Operazioni della direzione investigativa antimafia: in manette il proproetario dei due locali intestati a societa’ di comodo

Il Fatto,prima. L’inferno dantesco oggi:dai politici a Viperetta e Dudu. Mentre esce il film-parodia dei Soliti Idioti proviamo ad assegnare ai vari gironi i personaggi del Palazzo e della Tv. C’e’ pure il papa….

Il Fatto,p4. FABRIZIO d’ESPOSITO. Verdini cucina B al Girarrosto. Scissionisti a cena. L’ex macellaio spinge i suoi a rompere. L’ex Cav li chiama uno per uno. Ieri il faccia a faccia, l’unita’ durera’ poco

Il Fatto,p4. Collusione con la GdF, indagato il figlio di Angelucci

Il Fatto,p7. Intervista a RENZO ARBORE: non c’e’ soluzione, bisogna solo resuscitare Agnes. Orribile. Temo la noia, quei programmi opachi e nebbiosi come la Bassa a novembre. Sa che pavento? Proust alle 9 di sera. Uomo di tv. Come capo assoluto vedrei bene Walter Veltroni, sui padre Vittorio porto’ in Italia “Lascia o raddoppia” e anche questo fa curriculum

Il Fatto,p14. Intervista a GENNARO MAROTTA (IDV): “non voglio il vitalizio. Eccovi i 500mila euro”

Il Fatto,p14. Crisafulli da impresentabile a “eroe” del Pd. Venne cacciato dai garanti del partito, i renziani oggi gli chiedono di candidarsi a Enna: ‘solo tu puoi vincere’. Fu estromesso dalle liste perche’ indagato, ma e’ tutta acqua passata: il nuovo corso dem vuole solo i suoi voti

Il Fatto,p22. GIAN CARLO CASELLI. La storia riscritta dagli squadristi.

Messaggero,prima. OSCAR GIANNINO. La selezione per merito si estenda agli statali. Dopo l’Istruzione.

Messaggero,p4. Per la nuova Rai una rete senza spot e un manager con pieni poteri. Primo esame in CDM delle linee guida per la riforma. Il disegno di legge alla prossima riunione. Intervista a FRECCERO: “un ad espresso dal governo e’una forma di autoritarismo. Ogni TG deve essere autonomo. Si criticava Berlusconi qui si rischia di fare peggio”- intervista a DEGLI ESPOSTI: “non contano le procedure, l’importante sara’ scegliere i professionisti migliori. Opportuna una cura dimagrante per le news. Adesso ci vuole piu’ entusiasmo. – intervista a TOZZI: si tratta di un’ottima svolta. Differenziare i tre canali dara’ liberta’ di espressione”

Messaggero,p5. Non voglio mettere le mani sulla Tv. Renzi apre a un cda piu’ parlamentare. Il premier lancia un segnale: anche la candidatura dell’ad sara’ vagliata dal cda. E per venire incontro a minoranza Pd e opposizioni i membri eletti dalle Camere passano da 3 a 4.

Messaggero,p8. Ruby, gelo dei vescovi. Berlusconi vede Verdini ma resta la tensione. La Ce:nessuna assoluzione morale. Incontro col PPE DAUL. Forza Italia il coordinatore insiste: “via Brunetta e dialogo in Senato”

Messaggero,p21. RCS, TRONCHETTI riannoda il filo con FCA. Dopo la riunione di ieri si profila l’arrivo di un dg gradito a tutti gli azionisti. Mondadori torna all’utile anche se i ricavi calano. Mauri: per acquistare i libri da Rizzoli abbiamo linee fino a 550milioni

Messaggero,p43. Riondino e Rizzitelli: rovinati da Lande. Scatto d’ira dello showman in tribunale nel faccia a faccia con il Madoff dei Parioli: “ho perso tutti i miei 450mila euro. In lacrime l’ex attaccante della Roma che investi 3milioni: “io tradito da Torreggiani,amico fidato: non ho piu’ un soldo”

Messaggero,p43. Fisco, indagato Angelucci, in manette 3 finanzieri. Fornivano notizie al re della sanita’ prima dei controlli.

Qn,p6. ORFINI mette in riga D’Alema: “basta lezioni, faccia autocritica. Noi realizziamo le riforme, gli altri di sinistra non ci sono riusciti. Non ci saranno strappi. La legge elettorale che abbiamo scritto e’la migliore possibile.

Sole24ore, p2. Intervista ad ANDREA GUERRA. Io alla Rai? Non e’ il mio mestiere. Priorita’ di governo e’ la banda larga. Ei Towers? Il conflitto di interessi c’e’ se qualcuno torna a fare l’imprenditore

Sole24ore,p13. Intervista a MAURIZIO LUPI: “solo 60 grandi opere di serie A. Nel Def riduzione rispetto alle 315 della legge obiettivo, spazio a citta’ e banda larga.

Il Foglio,p3. Il nemico invisibile di Renzi. Giudici, sindacalisti, banche, sinistra, destra e giornaloni. Dalla riforma elettorale al lavoro. Perche’ la vera opposizione al Partito della Nazione e’ diventato il Partito del Corpo intermedio.

Related posts