FINESTRA STAMPA, MERCOLEDI 18 MARZO 2015

IL TEMPO,prima. GIAN MARCO CHIOCCI. Le inchieste “sindacali”

IL TEMPO,prima. Nel tritacarne finisce anche D’Alema. Nuove intercettazioni su Lupi e il figlio. Mozione di sfiducia ma il ministro: “non lascio”.

IL TEMPO,prima. Il Tar boccia Marino anche sulle strisce blu. Stop agli aumenti decisi dal Campidoglio. I giudici: mancano autobus e parcheggi

IL TEMPO,p3. Dalle carte spunta anche D’Alema. Il ministro Lupi si sarebbe dato da fare per cercare un lavoro al figlio. Ma lui nega.

IL TEMPO,p3. Nell’indagine c’e’ pure una coop di Mafia Capitale. Tre cooperative che gravitano nel mondo cattolico. La Cascina e’ legata a Comunione e Liberazione

IL TEMPO,p4. Accerchiato. Mozione di sfiducia di M5S e Sel. Anche il Pd per il passo indietro. Lupi resiste. Per il momento.

IL TEMPO,p4. Quando Renzi (per molto meno) voleva le dimissioni della Cancellieri.

IL TEMPO,p5. Matteo come Silvio: guerra con le toghe. Sabelli (Anm) contro l’esecutivo: carezze ai corrotti e schiaffi ai magistrati. Il premier non ci sta: “falsita’ ingiuste da chi ha responsabilita’ istituzionali”

IL TEMPO,p5. E il ddl corruzione va al rallentatore. Cinque Stelle all’attacco. Il capogruppo Cioffi protesta: “il giorno perde tempo”

IL TEMPO,p7. Mazzette per un milione, arrestato Gozzi. Il presidente di Federacciai fermato per corruzione di alti funzionari in Congo. Voleva ottenere appalti per alcune societa’, che si occupano di gioco d’azzardo

IL TEMPO,p8. Soldi alle sagre alla faccia degli alluvionati. Al Consiglio regionale del Lazio concessi contributi ai Comuni (senza bandi). Il regolamento: fondi ai Paesi colpiti fa calamita’. Solo 7mila euro su 150mila.

IL TEMPO,p8. Abuso d’ufficio, stavolta l’ex pm Ingroia finisce tra gli indagati. Con lui anche il governatore siciliano Crocetta e 6 assessori regionali. Nel mirino 6 assunzioni mascherate

IL TEMPO,p9. Dopo i numeri sui caschi, arriva l’accorpamento. Il premier: 5 polizie sono troppe. Il ministro Madia svela la prima “fusione”

IL TEMPO,p10. Incontro segreto Tosi-Rossi per varare l’asse in Veneto. Il sindaco e l’azzurro sorpresi dal Tempo in un bar del centro. E’ stata una chiacchierata per conoscerci. Caldoro chiude a Salvini e sceglie l’intesa con NCD

IL TEMPO,p11. Vendola: voglio sposarmi e avere dei figli. Il pensiero di diventare padre c’e’ sempre stato ma finora l’ho rimandato.

Il Fatto,prima. Remzi si tiene Lupi e attacca i giudici. Non caccia il ministro-scandalo, ma spera che se ne vada tacendo sulle colpe del governo. Anm: ceffoni a noi e carezze ai corrotti. Il premier: “tristi falsita'”. Grandi opere congelate.

Il Fatto,prima. Il CSM scopre le minacce per trasferire Di Matteo. Dopo due anni di condanne a morte e avvertimenti. Dopo avergli sbarrato le porte della Superprocura, l’organo di autogoverno apre in tutta fretta una procedura per sloggiarlo dalla Sicilia per “motivi di sicurezza”: cosi potrebbe andare ovunque, ma non alla Dna. Lui pero’ rifiuta: “valutatemi secondo le regole”

Il Fatto,p4. Il premier chiude i rubinetti e congela le grandi opere. Palazzo Chigi verifichera’ il metodo di finanziamento e punta a prendersi la struttura di missione, da 14anni regno incontrastato di Incalza.

Il Fatto,p4. La cassaforte delle tangenti. Come funzionava. Chi otteneva gli appalti attraverso i buoni uffici di Incalza, dava poi incarichi alla Green Field che a sua volta pagava Incalza e il suo collaboratore

Il Fatto,p5. MARCO LILLO. Incalza, la casa per la figlia e la lettera all’ex Cav. Nel Pc del boiardo la missiva a Berlusconi per Balducci sull’appartamento uno sconto di 800mila euro. L’ex dirigente poi arrestato con Anemone nel 2010 attendeva la nomina al consiglio superiore dei Lavori pubblici.

Il Fatto,p6. Appalti e mega villa da spot: il manager nato con la camicia. “Non aveva fatto un cazzo nella vita, poi c’e’ stato il giro della politica”; cosi la moglie di Perotti descrive il marito, “amico di famiglia” di Lupi e Ras delle infrastrutture

Il Fatto,p6. Incalza, specialista nel boom dei costi. Per LUPI e’ un manager che l’Europa ci invidia. Come no? Il “suo” tav e’ il piu’ “lento” e piu’ caro del mondo

Il Fatto,p7. GIANNI BARBACETTO. Bonsignore, da Mani Pulite all’affare della Orte-Mestre. L’europarlamentare dell’UDC oggi uomo forte di NCD e’ indagato per induzione: una carriera da centauro, mezzo politico democristiano e mezzo affarista. A Torino era referente di Giulio Andreotti, sempre a meta’ tra politica e grandi affari: credito, autostrade, costruzioni. Durante Mani Pulite fu accusato di prendere soldi in una scatola di cioccolatini, nel 2005 si uni ai furbetti delle scalate bancarie

Il Fatto,p8. FABRIZIO d’ESPOSITO. Vita da Mattarella. L’eremita del Colle cancella Re Giorgio. A quasi 2mesi dall’elezione, l’esistenza segreta del nuovo inquilino del Quirinale. Per far dimenticare Napolitano

Il Fatto,p8. Liguria, Civati schiera il suo candidato. Luca Pastorino correra’ contro la renziana Paita. “Pronto a lasciare il Pd”. Appoggio esterno da Cofferati

Stampa,p9. Draghi in missione dalla Merkel. In ballo gli aiuti alla Grecia. Vertice tra presidente BCE e cancelliera per scongelare parte dei 7,2 miliardi di fondi.

Stampa,p10. Landini sfida Camusso: “allarghiamo il sindacato a tutti i non garantiti”. Camusso: “non possiamo fare politica”. Landini: “se non cambiamo rischiamo la fine”.

MATTINO,prima. CARLO NORDIO. La corruzione si combatte con meno leggi.

MATTTINO,p3 intervista a DEL BASSO DE CARO: “situazione delicata. Incalza? Io lo conosco dai tempi del Psi. Per il titolare dei Trasporti deve chiarirsi con il Presidente del Consiglio”. L’epoca Signorile. Con l’ex direttore generale una militanza comune l’ho chiamato per chiedere dei lavori in corso nel Sannio

MATTINO,p6. Sul figlio di DE LUCA la stretta del pm. A Piero contestata la bancarotta fraudolenta. L’accusa. Avere usufruito di viaggi gratis arrecando danno patrimoniale

MATTINO,p12. Medicinali tumorali rubati in ospedale e poi venduti: 9 arresti. Da Napoli, a Caserta e Salerno fino all’Est europeo. Sequestro record della Finanza, farmacie nel giro.

MATTINO,p13. Migliaia di farmaci messi all’asta su uno yatch a Castellamare. I prezzi fissati dai trafficanti nei capannoni del Vesuviano

MATTINO,p30. Ravello, il commissario arriva da Palazzo Chigi. Naddeo nominato da Caldoro, gestira’ stagione e cda.

MATTINO,p30. Pd Ercolano, tagliate 150 tessere, esclusi i familiari dei camorristi. Platea a 1050 iscritti ma nel partito resta aperto lo scontro

MATTINO,p31. Fondi “elettorali” per Nusco, l’ira di DE MITA: “sono illazioni”. Sono diventato sindaco per risolvere i problemi e i problemi si risolvono ottenendo finanziamenti. Le alleanze. Quando sento DE LUCA mi viene da reagire ma le intese si fanno sui programmi.

MATTINO,p31. Centrodestra, e’ piu’ vicina l’intesa con NCD. Dopo l’aut aut di CALDORO alla Lega, Quagliariello stringe i tempi: “bene il suo no a Salvini”. Volpi annuncia: “a Napoli siamo pronti a correre da soli”

Giornale,prima. HA CONFUSO L’ENI CON L’ENEL. Questo sconosciuto viceministro – CLAUDIO DE VINCENTIS, Viceministro allo Sviluppo Economico – ha rischiato di far crollare l’economia italiana. Il giallo della quota Eni: “la vendiamo. ANZI:NO”.

Giornale,prima. ALESSANDRO SALLUSTI. Dimmi di chi sei e ti diro’ se sei corrotto.

Giornale,p8. Intervista a PIETRO SALINI: chi sbaglia va processato,ma basta giustizia sommaria. L’equazione infrastrutture-corruzione fa male al Paese

Giornale,p9. FABRIZIO DE FEO. Buzzi si arricchiva con le case, Marino sempre piu’ nei guai. Il ras delle coop in manette ha incassato 6milioni dal Comune da meta’ 2013 per l’ospitalita’ alle famiglie bisognose. Affidamenti decisi dalla giunta di Roma

Giornale,p10. FRANCESCO CRAMER. Berlusconi gioca la carta rosa per sciogliere il nodo Toscana. Per convincere il Carroccio a ritirare Borghi alle Regionali il Cavaliere punta sul nome della Bergamini: Deborah e’ donna e capace, piacera’anche a Matteo.

Giornale,p32. Intervista a PAOLO GUZZANTI. Incontri, scontri, ideali.. Porto a teatro la mia vita e un po’ di storia d’Italia. Scalfari, De Benedetti, Cossiga, Berlusconi, il dossier Mitrokhin: la grande firma del giornalismo si (e ci) racconta sul palcoscenico

Corsera,p3. LUPI: “toccano i miei affetti piu’cari. Non posso andarmene ora”. Ai miei figli ho detto che bisogna combattere per le proprie idee.

Corsera,p3. Intervista a DE GIROLAMO: Maurizio fa bene a non cedere. Io fui lasciata sola.

Corsera,p6. L’intercettazione e l’attico di Bertone: “e’ stato ristrutturato da Anemone”. Il dettaglio emerge da un colloquio del nipote dell’ex parlamentare Dc Remo Gaspari

Corsera,p9. MASSIMO FRANCO. Maggioranza in tensione si incrina l’asse con i centristi

Corsera,p9. Carezze ai corrotti. E’ lite Anm-premier. Il presidente delle toghe Sabelli contro il governo: noi presi a schiaffi, chi semina vento raccoglie tempesta. La replica di Renzi: parole false, triste che vengano da chi ha responsabilita’ istituzionali. Faremo pulizia.

Corsera,p10. La sfida per Israele finisce in un pareggio. Testa a testa fra il centrosinistra di Herzog e la destra del premier Netanyahu, che proclama la vittoria. I presidente Rivlin esorta a formare un governo di unita’ nazionale. L’affermazione della lista araba

Corsera,p15. Intervista a SUSANNA CAMUSSO: la scelta di Landini indebolisce i lavoratori. Il sindacato fa i contratti,la politica e’ altra cosa. Insieme il 28 ma Maurizio non snaturi l’iniziativa. Sul Jobs Act il referendum non e’ la nostra proposta. Ci sono anche altri strumenti. Innoveremo il modo di eleggere il segretario. Ma la strada non sara’ quella delle primarie

Corsera,p16. La prigioniera ucraina. Nadia, top gun in cella: “meglio morta che schiava di Putin”

Corsera,p17. Intervista a MASIH ALINEJAD, giornalista che ha lanciato la campagna contro l’obbligo del velo:”sono cresciuta senza potere andare in bicicletta. Nel mio Paese le donne non possono scegliere”.

Repubblica,prima. Israele vota, e’ testa a testa. Netanyahu: ho vinto io. Per i sondaggi 27 seggi sia a Herzog sia al Likud. Il partito arabo terza forza

Repubblica,p6. La prima volta degli arabi in massa alle urne: “basta con le divisioni ora la nostra voce pesa”.

Repubblica,p7. Iran,Mogherini ottimista: “teheran vuole l’accordo il voto in Israele non incidera'”.

Repubblica,p9. Europa dura con Atene: “niente leggi umanitarie”. Rischio default piu’ vicino. Venerdi supervertice, liquidita’ agli sgoccioli. Possibile emissione bond in cambio di prime misure. L’eurogruppo prefigura il controllo dei capitali.

Repubblica,p11. Intervista a FASSINA: “situazione insostenibile, la Idem e la Cancellieri dovettero farsi da parte”. Fassina chiede le dimissioni del ministro: “il premier intervenga,non si arrivi alle mozioni di sfiducia”. E’ la corruzione che tiene lontani gli investitori dal nostro Paese,non certo l’articolo 18

Repubblica,p12. Il ministro ai dipendenti: “non si accettano regali oltre 150euro di valore”. Un anno fa Lupi firmo’ il codice etico del suo dicastero che vieta di ricevere doni o benefici come un Rolex o un lavoro.

Repubblica,p12. intervista al sottosegretario DEL BASSO DE CARO: a quale raccomandato a stare al governo ci rimetto. Lupi si riferiva a Nencini, non certo a me, Incalza lo conosco bene dai tempi di Signorile ministro

Repubblica,p13. Intervista a ANTONIO DI PIETRO: un mondo di complicita’, ricatti, omissioni, politica e aziende si coprono a vicenda. Quando nel 2006 torna ai lavori pubblici, l’ex pm estromette Incalza dal ministero: “il suo nome mi era noto gia’ dai tempi di Mani Pulite, e’ potente perche’ lega gli interessi delle Coop rosse e di Cl”. C’e’ una gelatina che lega imprenditori e politici. I favori e gli interessi sono colossali. Tanto pagano i cittadini. Trasparenza nella evoluzione degli appalti, controllati e controllori distinti: e’semplice, ma non lo si fa. Oltre a Incalza c’era Balducci, lo spinsi a lasciare. Poi anche lui e’ finito nei guai con l’inchiesta sui Grandi Eventi

Repubblica,p14. La telefonata a Incalza che inguaia il ministro: “devi vedere mio figlio”. Lupi aveva garantito: mai chiesto nulla per lui. Subito dopo il supermanager chiamo’ Perotti

Repubblica,p15. E nelle carte spunta il nome di Alfano: “Maurizio gli ha detto di quell’azienda”.

Repubblica,p17. CGIL, la Camusso ora gela Landini: “la tua coalizione danneggia i lavoratori”. Distanze invariate dopo il faccia a faccia. La leader: “cosi non fai piu’ sindacato”

Repubblica,p19. Veneto, patto del caffè’ tra Tosi e la Rossi. Incontro tra l’ex leghista e la tesoriera di Forza Italia: Berlusconi tiene aperta l’alternativa all’alleanza col Carroccio. Segnale bellicoso in Campania: la lista NOI CON SALVINI correra’ da sola drenera’ voti alla coalizione di Caldoro.

Repubblica,p24. Intervista a VENDOLA: voglio sposare Ed e adottare un bimbo. La nuova vita di Vendola dopo la politica.

Sole24ore,p5. DANIELE CAPEZZONE. Nel nuovo falso molte incertezze e discrezionalita’ troppo ampia.

Messaggero,p2. Intervista a ZANDA: “ci si puo’far da parte anche senza essere indagati”. Maurizio adesso faccia chiarezza, la politica ha le sue regole.

Messaggero,p10. Intervista a PETER GALBRAITH. Bibi potrebbe anche rimanere in carica ma sul piano politico e’ stato un disastro.

Avvenire,p9. Intervista a Emma FATTORINI: gay, ok status ma niente matrimonio. No a omologazioni o adozioni. Si usa il corpo femminile per un proprio desiderio”

Avvenire,p9. Intervista a SACCONI: limitati i danni. Ma adesso niente strappi. Bene lo stralcio del divorzio immediato. Nessuna omologazione tra matrimonio e unioni gay.

Il Garantista, prima. PIERO SANSONETTI. Se non linci qualcuno che italiano sei?

Related posts