FINESTRA STAMPA, VENERDI 20 MARZO 2015

IL TEMPO,prima. Nessuno balla con Lupi. Dimissioni. Il ministro (non indagato) lascia: “attaccate me, non mio figlio”

IL TEMPO,prima. GIAN MARCO CHIOCCI. Dall’ex ciellino a Rudy Garcia

IL TEMPO,p4. “So che Renzi vuol far fuori Delrio”. Gli indagati interessati agli equilibri di governo. Chiamata in causa pure la Lorenzin. Anche l’ex parlamentare Angelo Sanza chiede a Incalza una collaborazione lavorativa per il figlio.

IL TEMPO,p5. Intervista a CLEMENTE MASTELLA: Pd inflessibile oggi,ma lascia che DE LUCA si candidi in Campania.

IL TEMPO,p5. Intervista a CLAUDIO SCAJOLA: un processo sommario senza alcun garantismo solo per liberare i posti.

IL TEMPO,p5. Intervista a CARLO TAORMINa: giusto che molli. Mi fecero dimettere per molto meno

IL TEMPO,p6. FITTO si fa la lista in Puglia. E in Liguria Berlusconi punta a una giornalista. Ilara Cavo in pole position per la candidatura. Salvini: non voglio accordicchi.Tosi ora spera.

IL TEMPO,p7. Francesco a Napoli non e’ uno show. Il Vaticano striglia l’arcivescovo Sepe e fa annullare i due concerti. Per Bergoglio pranzo in carcere. Tra i commensali anche 10 detenuti trans.

IL TEMPO,p7. Appalti Enav. Alemanno: non sono indagato.

Repubblica,p2. La notte in bianco e il gelo con Matteo. “Garantista per i tuoi”. “Non ti ho criticato”.

Repubblica,p3. Intervista a FABRIZIO CICCHITTO; e’ stato un linciaggio mediatico, e il premier se n’e’ lavato le mani. Due pesi e due misure; ci sono sottosegretari indagati che restano al loro posto, e i dem candidato DE LUCA

Repubblica,p3. Intervista a LUIGI ZANDA, capogruppo Pd Senato: “i politici hanno regole speciali, se non c’e’ trasparenza si va a casa”. La lotta alla corruzione e’una priorita’ assoluta. La mozione di sfiducia non avrebbe diviso il Pd

Repubblica,p4. TOMMASO CIRIACO. “Inaffidabile”. Torna Letta e in ujn libro stronca Renzi.

Repubblica,p6. Ora l’interim al premier, poi Delrio o Cantone. Quagliariello alle Regioni. L’NCD perdera’il ministero delle Infrastrutture, a Palazzo Chigi la Struttura che Lupi non volle cedere. Lunedi Renzi discutera’ la questione con Mattarella. L’ipotesi di un rimpasto dopo le Regionali

Repubblica,p7. FITTO come TOSI, in Puglia vuol sfidare Forza Italia. Il partito: “sarebbe un fatto gravissimo”

Repubblica,p28. E ora per la Cassazione spiare gli sms del partner e’ come fare una rapina. Nessuno puo’avere la pretesa di perquisire i telefonini altrui per trovare prove di tradimenti

Repubblica,p30. Pirelli,la Cina si avvicina allo studio Opa totalitaria targata China Chemical titolo in Borsa su del 3,2%

Repubblica,p33. Intervista al sottosegretario ZANETTI: subito una soluzione,poi via ai concorsi. Bisogna arrivare a una riforma che porti a un maggiore controllo ministero. Oggi la potenza di fuoco e’ sbilanciata a favore delle Agenzie che devono essere un braccio operativo

Repubblica,p51. GHERARDO COLOMBO. Lettera a un figlio su Mani Pulite

Il Fatto,prima. Derubano gli alluvionati per le maxi-opere inutili. Nelle intercettazioni un dialogo come quello della Cricca sul terremoto dell’Aquila. Incalza spiega a Lupi:”danno milioni del Terzo Valico ai disastrati di Genova”. Il ministro: “tranquillo, ho gia’ risolto tutto”. Poi si preoccupano del “pericolo Cantone”

Il Fatto,prima. Lupi va da Vespa e si dimette scaricato da Renzi e Alfano. Isolato da tutti, ironizza: “cosi ho rafforzato il governo”

Il Fatto,p7. Puglia. FITTO pronto a sfidare Forza Italia”

Il Fatto,p11. Intervista ad ANDREA MARGELLETTI. Bisogna pacificare la Libia o il terrorismo si diffondera’. Non credo a una avanzata del Califfo in Nordafrica,ma a gruppi locali che cercano visibilita’. Destabilizzano i governi e mettono sotto processo l’Occidente

Il FATTO,p11. Mattarella alla CNN diventa interventista. Il presidente intervistato da Amanpour: “basta indugi, a rischio i diritti umani”. Meglio del balbettio di Gentiloni.

IL FATTO,p12. Intervista ad AVRAHAM BURG. Solo Onu e Usa possono far fare la pace a Bibi. Il premier ha rivinto con lo spauracchio di Iran e Hamas, il centrosinistra a sbagliato a fare del voto un referendum su di lui. Solo i partiti arabi possono cambiare le cose

Il Fatto,p18. PIETRANGELO BUTTAFUOCO. Il nostro fondamentalismo e’ diventato gender-correct

MATTINO,prima. La resa di LUPI: “Mi dimetto, rispettate mio figlio. Ora governo piu’forte. La telefonata a INCALZA: “Luca viene da te”.

MATTINO,p3. Intervista al generale VINCENZO CAMPORINI: “l’intervento militare e’ un rischio senza una strategia ben definita. Lo scenario. Gli estremisti hanno voluto colpire un simbolo, un modello per dimostrare che la strada intrapresa dalla Tunisia alla Fine non ha alcuno sbocco futuro. Spetta all’Onu l’eventuale decisione per una missione militare c’e’ sempre l’incognita Russia. Non dimentichiamoci quanto e’ accaduto nel 2011 con Gheddafi

MATTINO,p6. Infrastrutture, ipotesi spexxatino: Trasporti divisi dai Lavori pubblici. Moretti in corsa, ma circolano pure i nomi di LOTTi e DELRIO. Agli alfaniani finirebbero gli Affari Generali lasciati liberi da Lanzetta

MATTINO,p7. La strada accidentata degli ex pupilli di Silvio. Prima il caso DE GIROLAMO, ora il ministro: NCD nel cono d’ombra del renzismo

MATTINO,p7. Intervista a CANANZI (giurista ed ex sottosegretario): l’esercizio del potere per il credente non ammette ricadute di utilita’ personale. C’e’ bisogno del terzo Risorgimento e per i cattolici nel segno di Francesco. L’etica. Il ruolo pubblico contempla la sfera legale morale e politica. L’arrivo a Napoli rappresenta un grande stimolo per le coscienze di tutti noi

MATTINO,p11. FITTO COME TOSI, PRONTO A CANDIDARSI IN PUGLIA. Forza Italia rischia di sdoppiarsi, alzata di scudo dei berlusconiani: “correra’ Schittulli”.

MATTINO NAPOLI,p32. Francesco,una grande festa poi Scampia tornera’ inferno. Un altro Papa tra le Vele. Ma il parroco: dopo sara’ tutto come prima.

MATTINO NAPOLI,p36. DE MAGISTRIS: le chiavi di Napoli al Pontefice. Il sindaco: lo attende la citta’ migliore ma del rispetto di quella che e’ la realta’.

MATTINO NAPOLI,p49. Lite tra alunne, la preside finisce in ospedale.

Libero,prima. L’Isis rivendica e ci minaccia. Volevano colpire proprio noi. Macche’ assalto al Parlamento tunisino: l’obiettivo dei fanatici musulmani erano i “crociati italiani”, cioe’ i turisti in visita al museo. E noi continuiamo a non capire chi e’ il nemico: anche ieri la stampa evitava accuratamente di accostare la parola islam a strage

Libero,p4. La pista libica. Jihadisti addestrati a Tripoli. Caccia ai complici: 9 arresti. I due terroristi uccisi sarebbero stati reclutati nelle moschee tunisine e fatti espatriare a settembre. Fra i fermati, quattro sarebbero direttamente legati all’attacco.

Libero,p4. CAPUOZZO: I misteri di TUNISI: fuoco amico e dinamica. L’obiettivo dei killer non era il Parlamento ma i turisti in quanto simbolo del nostro partito

Libero,p7. Intervista a PIERFERDINANDO CASINI. Su terrorismo e immigrati l’Europa sta sbagliando tutto. Devono capire che il problema e’ la Libia: blocco navale per le armi e trattative fra le parti

Libero,p7. Ma per Obama l’emergenza e’ Israele. Continua la lite a distanza con Netanyahu

Stampa,p9. MARCELLO SORGI. Per il premier ora piu’ difficile il rapporto con NCD

Stampa,p9. E per la successione spunta l’idea dell’uomo forte del Pd: LOTTI o DELRIO.

Stampa,p11. Il ministro che voleva fare il sindaco. Storia del Mauri uomo di periferia

Stampa,p17. Il premier: ora non posso dire Si alla soluzione dei due Stati.


Giornale,prima. SALVATORE TRAMONTANO. Eseguita la sentenza di Renzi. Il premier caccia il ministro non indagato e si mangia l’NCD di Alfano. Schiaffo al Parlamento: l’annuncio in tv da Vespa. Dopo l’Expo, il posto sara’ dato a Gratteri,un magistrato al governno

Giornale,prima. ADALBERTO SIGNORE. Il piano di FITTO per sabotare tutta Forza Italia.

Giornale,prima. VITTORIO FELTRI. L’Isis in casa ma non si ferma con la guerra.

Giornale,p10. Da Sposetti a Delrio le chiacchiere di Burchi svelano le trame rosse e inguaiano menno Pd.

Giornale,p14. Roma ha gia’ 370 consulenti ma Marino ne vuole altri. Per avere uno staff piu’fedele,il sindaco rimuove gli alti dirigenti e aumenta i collaboratori esterni

Corsera,p5. Al museo una sola guardia armata. Vigilanza assente, allarme ignorati. I punti oscuri e le falle nella sicurezza. Gli spari all’ora delle visite: dubbi sulla pista dell’assalto al Parlamento

Corsera,p15. La corsa a Villa Borghese, poi la scelta: “stanno braccando i miei: devo difenderli” il timore: quest’onda non si ferma piu’. La moglie Manuela: “non hai fatto nulla di male, perche’ lasciare?”.

Corsera,p16. MASSIMO FRANCO. Una piccola crisi che ridimensiona soprattutto i centristi

Corsera,p16. FRANCESCO VERDERAMI. E il premier gli da’ la solidarieta’. Ma ora si apre la partita dei posti. La presidenza del gruppo a Lupi. E per il futuro si parla di Cantone.

Corsera,p21. Intervista a PATUELLI: c’e’ la ripresa e il denaro costa poco. Ma non possiamo dare credito a tutti

Messaggero,p7. Intervista a PAOLO GENTILONI. Per battere il terrorismo pacificare subito la Libia. I vecchi jihadisti si sono saldati con il Califfato. Allo stato attuale si puo’agire solo per azioni di contenimento della violenza.

Messaggero,p13. Centrodestra riunito al Premio Tatarella.

Messaggero,p13. Fitto minaccia: pronto a correre contro FI. L’ex ministro evoca un nuovo caso Tosi: mi candido governatore.

Messaggero,p27. Intervista ad ALDO MUSI: io,moralista contro tutti.

Messaggero Roma, prima. Le mani delle cosche sul Lazio, 88 clan si spartiscono gli affari. Il rapporto dell’Osservatorio regionale per la legalita’ e la sicurezza

Messaggero Roma, p40. Intervista a MATTEO ORFINI. Renzi non vuole sconti: via i signori delle tessere. Sbaglia chi pensa che dopo la sfuriata si tornera’ a vecchie logiche: pulizia totale

Il Garantista,prima. Hanno impiccato Lupi. Applausi in sala. Nessun reato contestato,la politica in ginocchio davanti ai magistrati e ai grandi giornali

Il Garantista,prima. GIULIANO CAZZOLA. Troppa euforia sugli effetti del Jobs act

Il Garantista,p4. Forza Italia in ordine sparso sull’affaire. Per Brunetta e’ un perseguitato, per Santanche’ un traditore

Il Foglio,prima. BOCCIA RANDELLA e ci spiega cosa cambia nel governo dopo il caso Lupi

Sole24ore,p23. FITTO pronto a candidarsi: Fi verso la scissione

Manifesto,prima. Un giorno da pecora. Alla fine ha ceduto. Inchiodato e smentito dalle intercettazioni in cui raccomanda suo figlio a Ercole Incalza, il dominus del dicastero delle infrastrutture arrestato per corruzione,il ministro LUPI annuncia le dimissioni. Il Pd e le opposizioni ringraziano

ItaliaOggi,p5. Intervista a FAUSTO BERTINOTTI. Costituzione modello Maastrischt. La Grecia di tsipras e’ l’unica possibilita’ di cambiamento.

Related posts