Cosimo Maria FerriCosimo Maria Ferri MM Notizie 

COSIMO FERRI: Governo, approvato decreto su confisca e sequestro dei proventi da reati

COSIMO FERRI:

“Il provvedimento approvato ieri in Consiglio dei ministri consente di adeguare la nostra normativa interna alle linee guida inserite nella Direttiva 2014/42/Ue, in materia di congelamento e confisca dei beni strumentali e dei proventi da reato compiuto nell’ambito territoriale dell’Unione europea. Questo provvedimento rappresenta una novità importante per rendere più efficace la lotta contro la criminalità organizzata. E’ inoltre un chiaro passo in avanti che permette, da una parte, di adeguare le normative nazionali agli atti normativi dell’Unione europea e, dall’altra, di fornire un agile strumento ablatorio da utilizzare per congelare i beni e i proventi provenienti da attività illecite. Sarà più semplice ed efficace l’identificazione, la confisca e il riutilizzo dei beni di origine criminosa e questo permetterà di contrastare in modo ancora più efficace la criminalità organizzata internazionale. L’armonizzazione della normativa, la maggiore efficacia delle normative e il continuo e costante monitoraggio da parte del ministero della Giustizia rappresentano alcune delle linee guida della nostra azione politica, finalizzata essenzialmente a migliorare sempre più la risposta legislativa ai vari fenomeni criminosi. Grazie a queste nuove norme, lo Stato, attraverso il prezioso lavoro della magistratura e delle forze dell’ordine, riuscirà a recuperare maggiori somme di denaro dalle confische derivanti dalla condanna per i reati di autoriciclaggio, di terrorismo internazionale, di corruzione tra privati, di danneggiamento di sistemi informatici e di uso fraudolento di strumenti di pagamento. Si tratta di provvedimenti che porteranno importanti vantaggi anche sotto il profilo della cooperazione giudiziaria in materia penale, aumentando sensibilmente il dialogo e la collaborazione tra gli Stati membri e i relativi sistemi di giustizia. Anche in questo settore l’Italia può rappresentare un modello da seguire a livello europeo ed internazionale”.

Related posts