Covello a L’Unità: ‘Il Successo del Mezzogiorno’ dopo 7 anni il Pil del Sud è tornato a crescere e anche l’occupazione

Chissà in quanti si ricordano delle dichiarazioni, dei cinguettii e dei post che nell’estate del 2015, corredarono l’uscita dei dati dell’allora
rapporto Svimez. I numeri erano effettivamente drammatici e consegnavano al Paese un pezzo di Italia in profonda agonia. Su quei numeri si sviluppò un dibattito pubblico che tornò ad accorgersi del Mezzogiorno. Non mancarono strumentalizzazioni e speculazioni politiche. Il 7 agosto
2015 il Pd convocò una riunione della sua Direzione Nazionale proprio sul tema Mezzogiorno. Il segretario Matteo Renzi fu chiarissimo, nessun
cedimento a «lamentazioni» e «piagnistei», ma una azione di governo finalizzata e riprendere una vera politica di sviluppo. Da lì partì il
masterplan per il Sud. Ricordo l’alone di scetticismo intellettuale che accompagnò questa iniziativa. Sono trascorsi 16 mesi da allora e in
questo periodo sono stati conclusi patti con tutte e 8 le Regioni meridionali e siglati accordi con le città metropolitane compresa Napoli
che sembrava per ragioni politiche il più complicato da concludere. Attraverso il masterplan si è data priorità e vere politiche di sviluppo
partendo da progetti concreti su ricerca, infrastrutture, beni culturali, e soprattutto per recuperare competitività del manifatturiero e del settore industriale.

Pagina 11 de L’Unità del 17 Novembre 2016

leggi l’articolo completo su    http://www.unita.it/

Related posts