MM Notizie 

Premio Guido Carli, il riconoscimento a Garrone. Romana Liuzzo al Corriere della Sera: “Etica e solidarietà contano quanto i fatturati”.

Premio Guido Carli, il riconoscimento a Garrone

Romana Liuzzo al Corriere della Sera: “Etica e solidarietà contano quanto i fatturati”

Un premio che punta a valorizzare il merito e l’impegno sociale, in continuità con l’impostazione umana e professionale dell’uomo e del banchiere cui è dedicato, lo scomparso governatore della Banca d’Italia Guido Carli. Quest’anno tra i quattordici vincitori dell’ottava edizione del «Premio Guido Carli» ci sarà Alessandro Garrone, vice presidente esecutivo di Erg, azienda attiva nel settore dell’energia e che fu fondata da Edoardo Garrone, nonno di Alessandro, nel 1938. La cerimonia di premiazione si svolgerà l’11 maggio prossimo a Montecitorio nella sala della Regina alla presenza di  una platea di protagonisti del mondo della politica, dell’imprenditoria e della cultura. Ideatrice dell’iniziativa è Romana Liuzzo, giornalista e blogger, ma anche nipote di Guido Carli, cui è stata legatissima. É lei che nel 2010 fondò l’Associazione Guido e Maria Carli, di cui è presidente e che da quest’anno si trasformerà in fondazione. Scopo principale dell’associazione e, in particolare, del premio, è quello di ricordare la figura di Guido Carli, protagonista del Trattato di Maastricht, che credeva in un’ Europa fatta di crescita, occupazione e solidarietà tra gli uomini. È di Carli (che fu anche presidente di Confindustria, ministro del Commercio e del Tesoro), il volto inciso sulla medaglia in bronzo coniata per l’occasione dal Poligrafico dello Stato con la sua firma storica, quella stampata sulle banconote negli anni Sessanta fino al 1975. «Quest’anno più che mai — spiega Romana Liuzzo — la giuria ha voluto premiare persone che si siano distinte per etica e solidarietà e non solo per i fatturati»…

Marco Sabella

Continua la lettura su Il Corriere della Sera

Related posts