MM Notizie 

“Oltre l’indizio. Segreti e verità nell’omicidio Bergamini” il libro rivelazione di Rita Cavallaro (Male Edizioni – Roma, 2017) verrà presentato giovedì prossimo 8 giugno alle ore 20.30 a Viterbo, presso il Circolo Cantieri del Signorino.

Viterbo ospita il libro del momento che fa luce sul giallo della morte del calciatore Bergamini Viterbo, Cantieri del Signorino – Strada Signorino, 16
Giovedì 8 giugno 2017, ore 20.30

Rita Cavallaro, “Oltre l’indizio. Segreti e verità nell’omicidio Bergamini” è il libro rivelazione di Rita Cavallaro pubblicato da Male Edizioni di Monica Macchioni (Roma, 2017) , che verrà presentato giovedì prossimo 8 giugno alle ore 20.30 a Viterbo, presso il Circolo Cantieri del Signorino.

A distanza di quasi 28 anni si indaga sulla morte di Denis Bergamini: forse il giovane calciatore avrà finalmente giustizia, dopo anni di bugie e depistaggi che avevano fatto archiviare la vicenda come un inspiegabile suicidio. Tutto questo grazie al libro di una scrittrice lucida e intuitiva, Rita Cavallaro – giornalista di cronaca nera e giudiziaria prima per Libero e oggi redattrice del settimanale Giallo – che fa il punto sul caso, mettendone in luce i lati oscuri: un suicidio impossibile, smentito dalle perizie. E grazie anche ad una Casa Editrice giovane e coraggiosa, la Male Edizioni, pronta a dare voce a chi ricerca la verità e la rende fruibile con una scrittura agile e giornalistica che non fa sconti a nessuno.
Tra i maggiori casi seguiti da Rita Cavallaro, ricordiamo il giallo sulla morte di Federica Mangiapelo, la ragazza trovata cadavere sul lago di Bracciano, il delitto di Avetrana, l’omicidio di Meredith Kercher. Si è occupata inoltre dei più importanti processi italiani, in ultimo quello di Mafia Capitale.
Insieme all’autrice, saranno presenti i giornalisti Rossella Diaco di Rai-Isoradio e Giorgio Renzetti caporedattore del Messaggero di Viterbo. L’attore Massimiliano Buzzanca leggerà alcune pagine significative del libro. La performance musicale di Giovanna Rumma accompagnata da Claudio Meloni, regista e coreografo, chiuderà l’evento culturale.

Related posts