MM Notizie 

Roberto Celli (Beni Culturali) a Radio Radicale: Unescosites, opere di Antonello da Messina ritirate in anticipo, la nostra denuncia va a Regione e Comune

Roberto Celli (Ceo e Founder di Beni Culturali srl) a Radio Radicale:

“In data 21 maggio sono stati presentati al pubblico quattro capolavori assoluti , tre Antonello da Messina ed un Caravaggio, opere assolutamente strepitose dopo di ché il 26 – 27 c’è il G7 con le first ladies ma non solo anche numerose delegazioni vengono ad ammirarle. C’è anche da dire che il G7 dal punto di vista politico non ha concluso molto ma dal punto di vista culturale non ha offerto praticamente niente e solo grazie a noi si è avuto questo evento. Una volta allestita la mostra la Regione per parecchi giorni ha richiesto al Comune di Taormina un documento vale a dire la delibera in cui era scritto che dal settembre 2016 lo spazio di Palazzo Corvaja era a disposizione della mostra Unescosites fino al 30 giugno 2017. Per fatti incredibili, colpevoli e indecenti il Comune non ha voluto fornire questo documento alla Regione. E la Regione invece di dirimere la questione col Comune e chiarire ha preso la decisione scellerata di ritirare i dipinti prima del 30 giugno, ora pensate perché un Comune non gli fornisce una carta che richiede la Regione se ne frega di tutti i visitatori. Sulla responsabilità ci sono due comportamenti che sono fuori le righe: il comune ha l’obbligo di fornire i documenti alla Regione, punto. Una responsabilità totale, stratosferica, che apre il campo a congetture e sono convinto che poi la verità verrà fuori. La Regione poi che aveva firmato questo accordo con noi se avesse avuto dei dubbi non avrebbe dovuto firmare l’atto che gli avevamo sottoposto per conto nostro. Non è che dopo quando è finita la grande passerella mondiale del G7 davanti ai grandi della terra si annulla tutto, i visitatori che sono, delle bestie umane non lo credo. La nostra denuncia va a Regione e Comune non tanto per noi che come Società abbiamo investito molto quanto per l’immagine deteriore che è stata offerta dal sistema italiano e siciliano nel più totale disinteresse per i tanti visitatori. Non avete idea della delusione della gente nel sapere che i quadri erano stati ritirati e per noi che avevamo creato questa virtuale ricongiunzione tra Antonello da Messina e Caravaggio. E’ una vicenda assurda e noi siamo indignati, è la classica arroganza che accompagna l’ignoranza. Un’ultima nota, la Mostra Unescosites rimane come pure l’esposizione del Caravaggio sino a fine giugno”.

Related posts