rosanna scopellitiMM Notizie Rosanna Scopelliti 

Scopelliti (Alternativa Popolare) su FB: Alatri, ricerca ossessiva della giustizia fai da te è la deriva preoccupante del fatto di sangue che ha sconvolto questa comunità, non permettiamo che i cittadini si sentano abbandonati dallo Stato.

On. Scopelliti (Alternativa Popolare) su FB

Alatri è una piccola cittadina di 30mila persone, incastonata nelle montagne dell’Appennino laziale in provincia di Frosinone che, improvvisamente, si è trovata scaraventata al centro delle cronache italiane per un fatto di sangue tragico quanto crudele e futile. Una comunità, dove tutti si conoscono, che viene sconvolta dalla barbara morte di un ragazzo di venti anni, ucciso a mani nude, con una violenza brutale per un banale litigio in un locale notturno davanti agli occhi attoniti della fidanzata e degli amici. Un paese tranquillo che si risveglia sconvolto e si trasforma in Far West perché le istituzioni non fanno il loro dovere. Un borgo trasformato nell’emblema della cattiva politica e della cattiva gestione del territorio e della sua comunità. Ed ecco che dopo la tragedia del povero Emanuele, un ragazzo pieno di sogni e speranze, si succedono risse, macchine bruciate, omertà e persone che fuggono dal paese per paura di ritorsioni e della violenza non ancora sopita. Quello che terribilmente manca a questa triste vicenda è il senso della giustizia come valore assoluto, come istituzione alla quale ogni cittadino deve credere e guardare con fiducia e rispetto. Oggi, se ci fosse davvero questo senso comune della giustizia diffusa, nessuno degli inconsapevoli protagonisti di questa storia, cercherebbe di farsela da solo. Questa ricerca ossessiva della giustizia fai da te è la deriva più preoccupante e malinconica di questo fatto di sangue che ha sconvolto tante famiglie e un’intera comunità. Il nostro compito è quello di mettere i cittadini in condizione di ricominciare a credere nelle istituzioni e nella giustizia e per questo mi auguro che ai responsabili di questo vile omicidio venga inflitta una pena adeguata, nella speranza che si torni a ragionare in modo civile non solo in quel paese sconvolto, ma in tutta Italia, non possiamo rassegnarci allo sconforto, non possiamo permettere che i cittadini si sentano abbandonati dallo Stato.

https://goo.gl/kcxK6g

Related posts