FerriCosimoMariaCosimo Maria Ferri MM Notizie 

COSIMO MARIA FERRI: Giustizia, passi in avanti nella performance del sistema, un’efficienza importante per la ricostruzione post terremoto

Anche Il Sottosegretario alla Giustizia Cosimo Maria Ferri ha partecipato alla due giorni giuridica organizzata a Macerata e ad Ascoli Piceno come segnale per la ricostruzione post terremoto. Il convegno dal titolo: “Riforme della giustizia, sviluppo economico e ricostruzione” è stato aperto ieri presso l’Università di Macerata .

Nel suo intervento Ferri si è soffermato sulle riforme della giustizia, affermando che: «La condizione emergenziale nella quale si trovava il nostro sistema giustizia è ormai alle nostre spalle grazie alle importanti riforme che sono state portate avanti con coraggio, impegno e determinazione dal Governo e dal Parlamento. I segnali sono molto positivi e raccontano un deciso cambio di rotta che sta portando ad una riduzione degli arretrati, una maggiore certezza e rapidità nella risposta di giustizia è un crescente utilizzo degli strumenti telematici all’interno dei tribunali di tutto il Paese. Un aspetto particolarmente importante è anche quello della specializzazione dei magistrati, tra i più produttivi in Europa, che sta crescendo, con un conseguente aumento della tutela dei diritti dei cittadini e della legalità. Proprio le sezioni specializzate hanno registrato dati positivi di grande rilievo che certificano come la risposta giurisdizionale di queste rappresenti un aspetto sul quale dobbiamo continuare ad investire in futuro. In questo senso, il DDL in materia di efficienza del processo civile già approvato alla Camera dei Deputati, raccoglie questa sfida andando ad ampliare le materie che dovranno rientrare nella competenza di queste e valorizzando il prezioso lavoro di questi magistrati. Lo sviluppo di nuove esigenze nella società trova nella crescente specializzazione della magistratura un punto di riferimento che deve essere sottolineato e particolarmente apprezzato».

Ferri ha anche aggiunto: «Il messaggio che parte da questo territorio, duramente colpito dal terremoto e voglioso di ripartire, è quello di speranza e fiducia per il futuro. In questo senso ritengo importante parlare di giustizia anche laddove si parla di ricostruzione. Ricostruire bene, nel rispetto della legge e nell’ottica di garantire la massima sicurezza dei cittadini, deve vedere un’ attenzione particolare anche da parte del sistema giustizia perché possa eventualmente agire per verificare eventuali condotte illecite. Sul piano internazionale c’è grande attenzione su questi territori, non solo per la durezza delle ferite che le scosse hanno lasciato nei cittadini, negli immobili e nelle tante opere artistiche e architettoniche di questa splendida terra, ma anche per quel che riguarda la voglia di tornare ad investire sull’economia locale, con la possibilità di attrarre anche investimenti dall’estero. Al sistema giustizia spetta il ruolo di non costituire un anello debole della catena, ma bensì un sicuro alleato per coloro che vogliono agire nel terreno della legalità. In questo senso, razionalizzare il sistema, velocizzare e rendere più sicura la risposta giudiziaria e dare maggiori garanzie di stabilità delle decisioni sono priorità che hanno guidato le nostre riforme e che stanno già facendo registrare significativi miglioramenti in termini di performance complessiva».

Related posts