FerriCosimoMariaCosimo Maria Ferri MM Notizie 

COSIMO MARIA FERRI: Minori, migliorare tutela degli orfani di femminicidio con sempre maggiore attenzione dell’ordimento

Cosimo Maria Ferri (sottosegretario ministero Giustizia)

“La tutela dei minori rappresenta una priorità assoluta per il nostro ordinamento giuridico e, per questo motivo, l’attenzione verso questa tematica deve essere sempre molto alta. La garanzia del rispetto dei diritti dei nostri figli è un bene tutelato anche dalla nostra Costituzione e deve trovare risposte chiare, certe e rapide da parte del legislatore. Il nostro compito è quello di migliorare quotidianamente i regimi di tutela, assicurando vicinanza e sostegno a questi giovani che devono poter crescere in un ambiente adeguato e con la libertà di vivere in modo felice la propria infanzia e adolescenza. Non dobbiamo dimenticare che esistono situazioni di forte disagio sociale, come quella degli orfani di femminicidio, che rappresenta una delle piaghe più dolorose per il Paese, per la presenza di ostacoli che impediscono il distacco dal genitore autore del reato e lasciano il ragazzo o il bambino in uno stato di paura e di abbandono. Bisogna intervenire al più presto – e il Parlamento sta lavorando in questa direzione – per regolare lo status dei c.d. minori doppiamente orfani con misure di cura e protezione per le vittime. Sono previste severe forme sanzionatorie anche in ambito civilistico successorio e previdenziale nei confronti di chi ha assassinato il coniuge e il genitore dei propri figli, alterando per sempre l’affectio familiare.  Il fatto che un figlio voglia cambiare cognome, ma per farlo abbia bisogno del permesso del padre-omicida, è un altro tema su cui dobbiamo interrogarci. Si tratta di lacune legislative cui bisogna porre rimedio per alleviare, in minima parte, il dolore immenso di quei ragazzi e bambini che si trovano dall’oggi al domani a vivere all’inferno. La loro fragilità emotiva è una nuova condizione di vulnerabilità da affrontare con la massima attenzione per prevenire che possa degenerare in pericolose forme di disagio e regressione psicologica. Con la Legge di Stabilità 2O17 è stato previsto che un serio ristoro indennitario debba essere riconosciuto a favore di questi casi particolari, erogato dal fondo unico per le vittime dei reati intenzionali violenti.”

Related posts