Cicchitto (Alternativa Popolare): Regeni, richiesta di verità all’ordine del giorno in un contesto di dialogo decisivo per la geopolitica mediterranea

On. Cicchitto (Alternativa Popolare presidente commissione esteri camera dei deputati)

Meritoriamente una delegazione costituita dalla Commissione Difesa del Senato guidata dal presidente Latorre, con la presenza del vicepresidente del Senato Gasparri, si è recata al Cairo avendo un confronto politico con il presidente Al-Sisi, con altre autorità egiziane e con la massima autorità della Chiesa coopta. Dalle agenzie risulta che la rappresentanza del Senato ha posto in primo luogo il problema che sia fatta luce sul caso Regeni, superando mistificazioni e inaccettabili coperture. Fra l’Italia e l’Egitto esistono nel contempo questioni decisive riguardanti il terrorismo, l’immigrazione, la geopolitica mediterranea. Non a caso, tenendo conto di tutto ciò, noi abbiamo posto all’attenzione del governo, delle forze politiche, della famiglia Regeni due problemi: l’invio in Egitto di un nostro ambasciatore, l’approvazione della commissione d’inchiesta avanzata dall’on. Palazzotto. Queste due decisioni prese contemporaneamente potrebbero dare la precisa indicazione di una ripresa dei rapporti politico-diplomatici con l’Egitto e il fatto che la richiesta di verità sul caso Regeni non viene accantonata ma anzi rimane all’ordine del giorno con un impegno in due direzioni, quella costituita dall’accertamento delle responsabilità in Egitto di un nucleo delle forze di polizia e quella costituita dall’università di Cambridge che finora ha tenuto un silenzio altrettanto inaccettabile di quello osservato in Egitto.

Related posts