Alfano BerlusconiMM Notizie 

Il Centrodestra. LA REPUBBLICA: Alfano-Forza Italia, non c’è l’accordo

Alfano-Forza Italia, non c’è l’accordo

Sul dossier Sicilia falliti i tentativi di mediazione di Micciché: la rottura in una telefonata tra il ministro degli Esteri e il Cavaliere. Il segretario di Ap cerca una sponda nel Pd: “Ma prima voglio le scuse di Renzi”

L’ultimo tentativo di riannodare i fili con l’ex pupillo, di portarlo nel recinto del centrodestra in Sicilia e magari poi alle politiche al Senato, si infrange al telefono. Silvio Berlusconi e Angelino Alfano tornano a sentirsi dopo tanto tempo. Complice Gianfranco Micciché, il coordinatore siciliano forzista big sponsor di un suo ritorno in coalizione. È lui – arrivato a metà giornata ad Arcore per parlare col capo delle regionali del 5 novembre, alla presenza di Niccolò Ghedini e accompagnato da un docente universitario e avvocato amministrativista assai noto in Sicilia e già assessore ai tempi di Raffaele Lombardo, Gaetano Armao – a chiamare “Angelino” al cellulare e a passarlo al Cavaliere. «Presidente, noi lavoriamo alla ricostruzione di un’area moderata, se siete interessati a questo ci siamo – dice il ministro degli Esteri a Berlusconi dopo i convenevoli iniziali – Ma non possiamo avere nulla a che fare con Salvini e Meloni che non perdono occasione per insultarci. Anche in Sicilia, puntiamo a una candidatura centrista, non ne sosterremo mai una marcatamente di destra come quella di Nello Musumeci». Che poi sarebbe il deputato regionale e presidente dell’Antimafia siciliana, già in corsa (come cinque anni fa) col sostegno della Meloni. A Micciché lui piace pochissimo e lo ha detto a più riprese anche ieri al leader forzista: «Non ci porta nulla di buono». La telefonata viene definita da Alfano «gradita e amichevole», ma è fallimentare sul piano politico. Perché, come spiega a fine incontro il leader di Ap, «il tema non è Forza Italia con cui condividiamo la militanza nel Ppe, ma Salvini da cui tutto ci divide». A quel punto Micciché sottopone a Berlusconi proprio il professionista al suo fianco, Armao… (Continua la lettura su http://www.iltempo.it/)

di CARMELO LOPAPA

 

 

Related posts