divieto femminicidioDivieto di femminicidio MM Notizie 

L’iniziativa “Divieto di femminicidio, salviamo e una in più” su Novella2000

“Divieto di femminicidio, salviamone una in più!” Al via la campagna di sensibilizzazione
Scopri di più su

“Divieto di femminicidio, salviamone una in più!” Al via la campagna di sensibilizzazione

Inizia una campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne a cura dell’associazione “Divieto di femminicidio, salviamone una in più” che si avvallerà della collaborazione di testimonial famosi che hanno accettato di metterci la faccia per lanciare un messaggio forte a quegli uomini che ancora considerano le donne un oggetto da usare a proprio piacimento. Il primo testimonial è l’attore Massimiliano Buzzanca interprete di film e fiction come “Il cielo è sempre più blu” e “Il caso Tortora – Dove eravamo rimasti?” che in un video lancia un messaggio molto forte agli uomini violenti. Massimiliano si rivolge ad un uomo che ha appena picchiato una ragazza e gli dice con parole sprezzanti che “gli fa schifo anche solo pensare che esisti”. Buzzanca ha anche girato “Girotondo”: un corto contro il femmincidio, un impegno dunque che porta avanti da tempo con grande sensibilità e altruismo.
E’una dichiarazione congiunta di Alessandra Zedda (consigliera regionale Sardegna), Alessandra Moretti (consigliera regionale Veneto), Flaminia Bolzan (criminologa), Chiara Baschetti (attrice e modella) sostenitrici dell’iniziativa “Divieto di femminicidio, salviamone una in più” – cell. 3386687647 .
Ma quali sono i dati del fenomeno? Oltre cento donne in Italia ogni anno vengono uccise da uomini, quasi sempre quelli che sostengono di amarle. E’ una vera e propria strage. E ai femminicidi si aggiungono poi violenze che sfuggono ai dati ma che, se non fermate in tempo, rischiano di fare tante altre vittime. Sono migliaia le donne aggredite, picchiate, perseguitate, sfregiate. Quasi 7 milioni, secondo i dati Istat, quelle che nel corso della propria vita hanno subito una forma di abuso.
I numeri del femminicidio non sono certi e variano di qualche unita’, ma sicuramente le donne uccise da un uomo, con cui hanno o hanno avuto un rapporto affettivo o familiare, non sono in diminuzione. Nel 2016 se ne sono contate 120. E dal primo gennaio 2017 a oggi sarebbero almeno oltre 20 le donne uccise per mano maschile: una media di una vittima ogni tre giorni. Negli ultimi dieci anni le donne uccise in Italia sono state 1.740, di cui 1.251 (il 71,9%) in famiglia…

 

 

Related posts