Bisignani LuigiLuigi Bisignani MM Notizie 

Luigi Bisignani a IL TEMPO: Piccoli Cossiga crescono

Luigi Bisignani a IL TEMPO: Piccoli Cossiga crescono

Caro direttore, a ottobre, a Roma, i ministri di Polizia del G7 cercheranno una chiave per disinnescare terrorismo ed immigrazione clandestina. A dirigere i lavori Marco Minniti, che da vent’anni bazzica nel mondo dell’intelligence. Figlio di un ufficiale dell’aeronautica, sta diventando un punto di riferimento internazionale infischiandosene della linea buonista dell’Onu. In Germania ha smascherato l’Ong di Jugend Rettet in combutta con gli scafisti, in Libia ha capito che bisogna dialogare con sindaci e capi tribù più che con i generali, e in Vaticano considerano ormai il “codice Minniti” l’unica strada per fermare le stragi del mare in barba alla Cei e alla Comunità di Sant’Egidio. Pur facendo parte di un governo fragile e con un passato nel vecchio Pci, è riuscito a prendersi la scena con la conoscenza perfetta degli apparati. Valorizzato da D’Alema, dal quale ha assorbito l’importanza di una rete trasversale, il piccolo Cossiga, a differenza di Renzi, ha compreso come il potere passi soprattutto dagli operativi e non solo dai loro capi. Quando Wojtyla nel 1998 stava per mettere un veto sul primo governo guidato da un ex comunista come D’Alema, il giovane Minniti ebbe l’intelligenza e la capacità di organizzare, a casa della giornalista Anna La Rosa, calabrese come lui, un vertice segreto tra il futuro premier e il sostituto alla segreteria di Stato, Giovanni Battista Re, creando i presupposti per l’ok del Vaticano, con la presenza dell’ex Presidente della Consulta Baldassarre testimone e garante.

Continua la lettura su www.iltempo.it

Related posts