Bisignani LuigiLuigi Bisignani MM Notizie 

Bisignani su La Nazione: cercasi modello Rodotà “Governo M5S-Lega inevitabile”

La Nazione

«Governo M5S-Lega inevitabile» Bisignani: cercasi novello Rodotà
Scenari post voto: ecco perché Di Maio non guiderà mai l’ esecutivo

ROMA «GIANROBERTO Casaleggio era un rivoluzionario liberale che aveva in testa un’ unica idea: andare al potere per cambiare il Paese e conservare quel che resta dell’ Italia produttiva. Lo ha lasciato scritto a suo figlio Davide, in alcuni appunti che possono essere considerati un testamento politico. Ora il suo obiettivo sembra vicino: l’ asse con la Lega è pronta, il blitz dietro l’ angolo…».
Di che sta parlando, Luigi Bisignani (ex giornalista, analista politico, lobbista controverso della politica italiana)? Quale sarebbe il blitz? «Un accordo di cui si sta discutendo, da tempo, nella sede della Casaleggio Associati e che viene sempre negato, ma che è nei fatti. E si basa sulla convinzione, avvalorata dai sondaggi, che i grillini saranno il primo partito alle elezioni, con la Lega che, invece, farà il pieno al Nord e non solo. A quel punto, il capo dello Stato, seppur con qualche perplessità, non potrà fare a meno di affidare l’ incarico a un esponente del Movimento 5 stelle per formare un governo. Un governo Lega-M5s».
Dunque Di Maio premier… «Non scherziamo. Chi sarà il premier non lo so, ma non sarà né Di Maio, né Di Battista. Di Maio, in particolare, è stato proposto dai 5 Stelle nelle varie Cancellerie europee e nei più alti ambienti industriali: il risultato è stato disastroso. Nessuno dei ‘giovani meravigliosi’ di Grillo è considerato all’ altezza della partita in gioco. Sul premier avremo sorprese…».
A chi pensa? «Non ho elementi, se non il fatto che si va in cerca di ‘un giovane Rodotà’, ma non saprei inquadrare una figura di questo genere, al momento».
Quindi, accordo con la Lega e incarico ai 5 Stelle. Poi? «Poi la ‘personalità’ indicata da Casaleggio jr si presenterà al Quirinale, senza alcuna consultazione on line, e nel giro di sole 48 ore sarà davanti alle Camere con un programma snello, quattro punti al massimo, per un governo d’ emergenza di due anni che rimetta in piedi il Paese. Le parole d’ ordine saranno: riordino del fisco, della giustizia e del mercato del lavoro, con una caratterizzazione etica. Si deciderà cosa fare della legge Fornero e del reato di clandestinità, del reddito di cittadinanza e dei vitalizi. L’ asse con la Lega reggerà anche sul fronte dei rapporti con l’ Europa e l’ euro, su cui la quadra è stata raggiunta partendo dalla normativa sul sistema bancario: la sospensione del bail-in e due riforme sulla gestione delle crisi e sulla tutela dei risparmiatori».
Continua la lettura su www.lanazione.it

Related posts