divieto femminicidioAlessandra Moretti Alessandra Zedda Divieto di femminicidio MM Notizie 

Stupri e Abusi in comunità per recupero minori. Zedda (FI) – Moretti (Pd): Reati prescritti, aguzzini salvi, per processi lumaca a pagare è la vittima

Alessandra Zedda (consigliera regionale Forza Italia Sardegna), Alessandra Moretti (consigliera regionale Pd Veneto), Flaminia Bolzan (criminologa), Chiara Baschetti (attrice e modella) sostenitrici dell’iniziativa “Divieto di femminicidio, salviamone una in più”

Il quotidiano “Repubblica” oggi ha rivelato una storia di autentico orrore su un’adolescente che non ha mai visto giustizia a causa di un’incredibile serie di lentezze giudiziarie che hanno portato il reato in prescrizione, evitando così che i carnefici fossero condannati. La storia inizia nel 2001 quando una ragazza, allora sedicenne, vittima di abusi da parte del padre viene affidata ad una comunità a Torino che in teoria avrebbe dovuto proteggerla e sostenerla. Ma in comunità questa ragazza è a sua volta vittima di abusi da parte di un’operatrice che la costringe anche a partecipare a orge e terzetti con altri uomini e donne. Insomma una situazione di totale degrado e orrore che si interrompe solo quando, grazie ad un’altra operatrice del centro, la ragazza trova il coraggio di denunciare tutto quello che succedeva. Ma per i tempi interminabili della giustizia chi ha distrutto la vita di questa donna, oggi trentenne, non passerà neppure un giorno in carcere. Questo è inaccettabile per un Paese che si definisce civile.

Related posts