MM Notizie 

Fabrizio Cicchitto e Gianfranco Polillo su LA STAMPA: Lombardo­Veneto, no ai due referendum

Caro Direttore, prendiamo in considerazione i referendum indetti in Lombardia e in Veneto la cui versione è nettamente distinta da quella catalana. Al centro di essi c’è la richiesta di maggiori risorse finanziarie da trattenere in loco. I promotori del referendum chiedono per il Lombardo-Veneto la stessa autonomia della Sicilia. Che non impedirà, tuttavia, alle altre Regioni di rivendicare lo stesso trattamento. Si metterebbe, così, in moto un processo che amplificherebbe, fino al limite, le contraddizioni dell’attuale Titolo V della Costituzione, generando una totale anarchia. La necessaria riforma della «governance» pubblica richiede un indirizzo unitario e non uno spezzatino indigesto. Si parta, quindi, dalla «questione settentrionale» – ma ne esiste una più drammatica nel Mezzogiorno – per ridisegnare l’intero impianto istituzionale del Paese, che potrebbe anche consistere in 6-7 grandi regioni e anche in una concentrazione di comuni. Poi c’è sempre il rischio, vista anche la storia del nostro Paese, che da cosa nasca cosa e che di qui a qualche anno ci troviamo di fronte a problemi analoghi a quelli della Catalogna. Per questo noi non siamo favorevoli a questi due referendum.

Così FABRIZIO CICCHITTO, PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE ESTERI DELLA CAMERA DEI DEPUTATI GIANFRANCO POLILLO, ECONOMISTA dalle pagine de LA STAMPA

Related posts