Fabrizio Cicchitto (AP) su REPUBBLICA: “E’ ancora presto ma abbiamo già collaborato col Pd

Di Mauro Favale

«Ogni giorno ha il suo affanno», sorride Fabrizio Cicchitto, deputato di Alternativa popolare. «Per esperienza i problemi arrivano quando ci saranno scelte concrete», dice ben sapendo che Ap rischia di esplodere se arriverà l’accordo col Pd per le prossime elezioni. Renzi ha aperto a una coalizione anche con voi. Come rispondete? «Non abbiamo preso ancora nessuna decisione ma io penso che gli scenari possibili siano soltanto due». Il primo? «O cerchiamo di aggregare un’area centrista e andiamo da soli ovunque…». Oppure? «Altrimenti l’altra ipotesi aperta ma non ancora risolta è un’alleanza col Pd». E col centrodestra, come vorrebbe qualcuno dentro Ap? «Non la vedo praticabile, perché attualmente il centrodestra è spostato molto a destra ed esprime su Europa e immigrazione posizioni lontanissime da quelle di una forza centrista, moderata e riformista». Meglio il Pd? «Con il Pd abbiamo già collaborato nel consenso e nel dissenso. I problemi possono sorgere su tematiche di garantismo o giustizialismo». E con le altre forze della potenziale coalizione disegnata da Renzi? «Io personalmente le posizioni dei radicali le ho sempre condivise, sia sulle unioni civili sia sul testamento biologico, fino all’eutanasia. Ma, sottolineo, questa è una mia posizione personale».

Continua la lettura su

www.repubblica.it

Related posts