Gardini ElisabettaElisabetta Gardini MM Notizie 

Gardini (FI): Regolamentazione cadmio, ha creato confusione, continuerò a battermi per una soluzione

Gardini:

Il regolamento approvato oggi porrà fine ad una contraddizione oggi vigente: nell´epoca dell´economia circolare, sono proprio i fertilizzanti organici, prodotti quindi a partire da materiali organici come i sotto prodotti animali o i rifiuti provenienti dalla catena alimentare, a non essere armonizzati a livello europeo e ad essere quindi esclusi dal mercato unico.
Una situazione che penalizza tante piccole e medie imprese, in particolar modo in Italia dove il settore ha una forte propensione alla ricerca e all´innovazione. Le nostre tecnologie in questo settore sono, infatti, quanto di più evoluto ci sia a livello europeo.
Molte di queste aziende vantano collaborazioni decennali con Università ed enti di ricerca e applicano i principi dell´economia circolare da anni, molto prima che se ne parlasse nelle stanze di Bruxelles. Purtroppo oggi sono prevalse, anche se di stretta misura, alcune posizioni ideologiche sui limiti del cadmio che avranno un impatto negativo sulla categoria dei fertilizzanti minerali, gli unici attualmente regolati a livello UE. Posizioni irragionevoli, figlie di un approccio datato, che non ha senso nell´epoca dell´”agricoltura di precisione”, strada maestra per ridurre i contaminanti.
La regolamentazione del cadmio, nata male già dalla proposta della Commissione e peggiorata in ENVI (commissione ambiente del Parlamento Europeo), ha creato in plenaria la confusione che ha portato a una approvazione solo di misura del Regolamento, che altrimenti sarebbe stato votato praticamente all´unanimità.
Questo punto dovrà essere corretto durante i negoziati con il Consiglio.
Continuerò a battermi per una soluzione che tenga conto che viviamo nell´epoca dei droni, dei satelliti e di tutte quelle tecnologie che permettono di usare il minimo del prodotto più efficiente! Non siamo al tempo del fuoco e della clava!

Related posts