Giovanni La Via MM Notizie 

La Via (AP): “AP forte dei propri valori contro gli estremismi e i populismi”

Tappa etnea per il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, in serata all’hotel Excelsior dove, in una sala stracolma, si è tenuto l’incontro promosso da Alternativa Popolare. Accanto al ministro, il senatore Pino Firrarello, il sottosegretario all’Agricoltura e coordinatore regionale di Ap Giuseppe Castiglione, il candidato presidente alla Regione Fabrizio Micari e l’eurodeputato, indicato come vicepresidente alla Regione, Giovanni La Via.

Così l’europarlamentare ha descritto il nuovo percorso politico, ringraziando Lorenzin per il modello proposto e l’impegno profuso “per il bene non di pochi ma di tutti, forte di una scala di valori che fa di Ap un partito moderato, portatore di cambiamento e insieme rispetto per la storia di un Paese che rischia la deriva se a prendere le redini dovessero essere gli estremisti o gli improvvisati. Abbiamo costruito -ha aggiunto- una lista di persone perbene e trasparenti, come ci viene riconosciuto da più parti, compreso il Fatto Quotidiano, storicamente non dalla nostra parte. Stiamo portando avanti un progetto credibile, che affronta i problemi e indica come risolverli. Visione, concretezza, progettualità. Senza mai disconoscere le nostre radici: nei mesi passati abbiamo detto che era meglio perdere un voto piuttosto che una vita nel Mediterraneo. Siamo gli unici- dice il vicepresidente designato- a poter parlare di futuro, perché noi rappresentiamo il nuovo, il cambiamento che in Micari trova il volto di un professionista serio e credibile, alla guida della più grande impresa siciliana, l’Università di Palermo con 5000 dipendenti”. Non sono mancate le stoccate al M5S che “con il disastro di Roma e Torino- ha detto Castiglione- ha dimostrato di cosa è, anzi non è, capace”, e alla coalizione di centrodestra, con posizioni populiste ed estremiste. “Il referendum dei giorni scorsi dimostra come c’è chi vuole un’Italia spaccata, con regioni ricche sempre più ricche e regioni povere sempre più povere”, ha concluso Castiglione ringraziando il ministro per “la coerenza e la professionalità con cui ha affrontato i problemi legati alla Sanità”.

Related posts