MM Notizie 

Rita Cavallaro al TGCOM24: “Oltre l’indizio. Segreti e verità nell’omicidio Bergamini”, il libro che anticipa e svela i segreti sulla misteriosa morte del calciatore

Donato Denis Bergamini, il calciatore trovato cadavere nel 1989, è morto per soffocamento. E’ quello che sta emergendo in una vicenda di segreti e verità negate. Un ulteriore passo verso la verità che Bergamini, calciatore del Cosenza Calcio avrebbe dovuto avere ventotto anni fa. La perizie iniziano a concordare e convergere sull’ipotesi di soffocamento, avvalorata dal riscontro di un enfisema polmonare su di un giovane sportivo professionista che non fumava neanche. Si aggravano quindi le posizioni dell’ex fidanzata e del camionista che hanno sempre sostenuto la tesi del suicidio avvenuto con l’impatto con l’autocarro in movimento. Nessun motivo per suicidarsi per chi stava andando da lì a breve a giocare in serie A, con una carriera in ascesa. Sono quindi oggi indagati per omicidio volontario aggravato dalla premeditazione, sevizie, futili e abietti motivi in concorso. Un reato pesante avvalorato dalla perizia che sta facendo emergere l’impossibilità del suicidio andando verso l’omicidio. E’ pertanto auspicabile che nell’udienza del prossimo 29 Novembre con la nuova perizia si possa andare verso il rinvio a giudizio.
Così al TGCOM24 Rita Cavallaro cronista di nera e giudiziaria, autrice del libro “Oltre l’indizio. Segreti e verità nell’omicidio Bergamini” (edito Male Edizioni)

Related posts