Cicchitto (AP): Elezioni Sicilia, AP ottiene un dignitoso 4,2%, ha di fronte a sé due scelte, una posizione autonoma o una convergenza con il PD 

Cicchitto:

In Sicilia vince non il Centrodestra dei moderati, ma un Centrodestra ben spostato dal Centro che poi è ancora più a destra da Roma in su. Berlusconi rischia di svolgere il ruolo dell’apripista nei confronti delle posizioni sovraniste, anti-europee e populiste. L’altro polo negativo è costituito dal M5S, protestatario, senza cultura di governo, caratterizzato da un giustizialismo a senso unico. Su Alternativa popolare hanno gravato sia tutti gli errori commessi dal Pd, che quelli della sinistra radicale che poi ha avuto un risultato del tutto modesto. In ogni caso Ap ha ottenuto un dignitoso 4,2 % che è più alto, per fare un esempio, di quello ottenuto a Milano alle elezioni amministrative a sostegno di Parisi in cui la lista di Ap ha ottenuto il 3,14. Di conseguenza a nostro avviso una cosa è certa: alle elezioni politiche noi non possiamo convergere in un centrodestra nel quale la destra è fortissima e con la quale per di più esiste una reciproca repulsione politica. Allora Ap ha di fronte a sé, lo dico per fotografare la situazione senza esprimere le mie personali preferenze, due scelte, quella di collocarsi su una posizione autonoma o quella di verificare se esistono le condizioni politico programmatico di stampo riformista per una convergenza con il Pd con la quale abbiamo collaborato al governo del Paese per tutta questa legislatura.

Related posts