divieto femminicidioDivieto di femminicidio MM Notizie 

Divieto di femminicidio: Teramo, appoggiamo la battaglia di titolare l’ospedale di Sant’Omero a Ester Pasqualoni, dottoressa uccisa dal suo stalker

Dichiarazione congiunta di Alessandra Zedda (consigliera regionale Sardegna), Alessandra Moretti (consigliera regionale Veneto), Flaminia Bolzan (criminologa), Chiara Baschetti (attrice e modella) sostenitrici dell’iniziativa “Divieto di femminicidio, salviamone una in più”

Appoggiamo pubblicamente la battaglia che la Commissione Pari Opportunità Provinciale di Teramo sta portando avanti per titolare l’ospedale di Sant’Omero a Ester, la dottoressa uccisa dal suo stalker lo scorso mese di giugno dopo una persecuzione durata anni e mai fermata da nessuno malgrado la dottoressa avesse più volte sporto denuncia contro l’uomo. Una proposta che ha trovato un consenso diffuso ma che si sta scontando con ostacoli burocratici. La titolazione di un ospedale ad una donna caduta per mano di un uomo che non accettava la sua scelta è un gesto di grande importanza simbolica e culturale che può aiutare tante altre donne e tanti altri uomini a comprendere l’importanza della libertà e del reciproco rispetto. Ci rivolgiamo in particolare al Prefetto di Teramo affinché sblocchi subito la pratica e permetta la dedicazione dell’ospedale della Val Vibrata alla dottoressa Pasqualoni. La lotta al femminicidio passa anche attraverso gesti simbolici come questo.

Related posts