FerriCosimoMariaCosimo Maria Ferri MM Notizie 

Ferri (sottosegretario ministero Giustizia): Anno giudiziario, Giustizia veloce puntare sull’innovazione

Cosimo Maria Ferri (sottosegretario ministero Giustizia)

Questa mattina il Sottosegretario alla Giustizia Cosimo Maria Ferri ha partecipato a Venezia alla inaugurazione dell’anno giudiziario. A margine dell’evento il Sottosegretario ha fatto il punto sullo stato della Giustizia al termine di questa esperienza di governo. “In questi anni” ha dichiarato Ferri “abbiamo percorso la strada giusta, del cambiamento e degli investimenti nel settore giustizia: più risorse, piu’ assistenti giudiziari ( ne abbiamo assunti 1500) e più magistrati più tecnologia e più informatizzazione. Abbiamo rivisto le piante organiche degli uffici di primo e di secondo grado e fatto partire il processo civile telematico, che sta funzionando e stiamo lavorando su quello penale. C’è stata un’importante diminuzione del numero dei procedimenti civili pendenti, 3.668.494, in calo del 3,5% rispetto al 2016 (3.801.255), come riportano i dati aggiornati al III trimestre 2017”. “Abbiamo realizzato diversi interventi mirati e finalizzati, in generale, a garantire una maggiore efficienza e celerità del sistema giustizia, molti già ultimati, altri in fase di attuazione: misure organizzative degli uffici giudiziari e, in particolare, ridefinizione delle piante organiche, investimenti in risorse e in personale sia amministrativo che togato, digitalizzazione, razionalizzazione dell’accesso alla giustizia e semplificazione delle forme del processo, depenalizzazione, riforma delle discipline della crisi d’impresa, esame preliminare delle impugnazioni (anche in appello), chiarezza e sinteticità atti processuali, ampliamento dell’ambito applicativo della mediazione e strumenti alternativi di risoluzione delle controversie”. “L’amministrazione della Giustizia” ha concluso Ferri “è un compito non facile, che comporta importanti responsabilità e richiede una costante attenzione e dedizione. Negli ultimi anni abbiamo fatto importanti passi in avanti, riuscendo a portare a termine numerose riforme essenziali per il sistema Giustizia che già vedono importanti risultati e miglioramenti del servizio giustizia. C’è ancora da lavorare per migliorare la qualità e la quantità della risposta Giustizia ma abbiamo intrapreso la strada giusta e i risultati lo dimostrano, anche in termini di crescita economica e sviluppo del Paese. Con l’atto di indirizzo per l’anno 2018, il Governo intende avviare il processo di pianificazione strategica, puntando sull’innovazione per migliorare efficienza ed efficacia dell’attività giurisdizionale, realizzando un nuovo modello di gestione della spesa, portando avanti le politiche di reclutamento, di riqualificazione e di redistribuzione del personale, supportando la complessiva riforma della giustizia penale recentemente approvata, e assicurando le garanzie e gli strumenti necessari per un nuovo modello di esecuzione della pena, con più spazi orientati alla socialità e al trattamento, in linea con gli standard europei”
Cosimo Maria Ferri,Sottosegretario di Stato Ministero Giustizia

Related posts