Andrea Catizone MM Notizie 

Catizone (Comitato Media e Minori): Macerata, sbagliato alimentare altro odio, ascoltare di più i giovani ed educarli a voler bene a se stessi e agli altri

Avvocatessa Andrea Catizone (Presidente di Family Smile, esperta di diritto di famiglia e membro del Comitato Media e Minori)

Ho pensato a lungo alla tragica vicenda che ha riguardato Pamela Mastropietro: è inevitabile collegare a questa anche la follia del gesto avvenuto, due giorni dopo,  da parte di  Luca Traini. Un atto condannabile senza se e ma. Bisogna fare attenzione all’uso  delle parole, perchè il rischio di sollecitare un’abitudine alla reazione violenta e carica di odio è altissimo. Come sottolineato dal legale del Traini, quel gesto insensato  può essere emulato, vista la copiosa solidarietà, anche nei social, ricevuta da quel ragazzo. Fatta questa premessa e scendendo dentro queste vicende credo sia importante analizzare fino in fondo la situazione personale in cui viveva  Pamela ed il suo rapporto con le sostanze stupefacenti. Da quel che è dato sapere viveva in una comunità dallo scorso ottobre. Un problema quello della droga certamente estendibile oggi a moltissimi  giovani. Tralasciando la psiche umana che porta al consumo di sostanze è preoccupante che nel 2018 i giovani siano attratti da questo mondo sballato e  distruttivo. Dovremmo fare di più come adulti, basterebbe fermarci un po’ e ascoltare i nostri ragazzi per stare vicino alle loro preoccupazioni, ai loro disagi, talvolta fondati su condizioni più percepite che reali. Condivido il silenzio richiesto dal sindaco che non è indifferenza, ma è togliere fuoco o benzina alla già complessa situazione che la città di Macerata sta vivendo. Servono azioni concrete di educazione al multiculturalismo,  per non fare sfociare ogni evento in una questione di colore della pelle. con la morta di Pamela abbiamo perso un po’ tutti.

Related posts