Amedeo Laboccetta MM Notizie 

Laboccetta (FI): Elezioni, i partiti si riflettono in società diversa da quella che vorrebbero rappresentare

On. Amedeo Laboccetta (Forza Italia):

Al di là del fatto se si riuscirà o meno a fare un governo degno di questo nome ritengo necessario dopo la rivoluzione del voto di domenica 4 marzo che tutti i partiti procedano ad una analisi seria e profonda. Lo dovrà fare FI, e soprattutto Berlusconi con grande chiarezza. Soprattutto al Sud. Intere regioni meridionali hanno fatto flop. Il notabilato non conta più nulla, anzi, spesso è una zavorra. Lo dovrà fare Renzi, che annuncia le dimissioni e poi le pone in frigorifero, per non aprire un dibattito serio in quel che resta nella sinistra italiana. Lo dovranno fare i cosiddetti centristi, come Cesa e Fitto che pensavano di controllare alcuni territori. Siamo nel tempo della società liquida. Ma sembra che nessuno voglia accettarlo, o capirlo. Nessuno può chiudersi del campo trincerato del proprio orgoglio partitico, senza voler ammettere errori. E scaricando le colpe sul popolo, dicendo che non ha capito. Il popolo ha scelto. E bisogna sempre rispettare le scelte del popolo. Ma la politica continua ad essere in esilio. La ripartenza, per tutti, passa soprattutto dal Mezzogiorno d’Italia. Io, anche domani , tornerò a parlare con Marcello Dell’Utri. Ed è con lui che avrò piacere di fare l’analisi del voto.

Related posts