Brenno Begani Nota Stampa 

Begani (Ass. Gen. Cooperative Italiane): Cooperazione italiana è libera, sarebbe tradirne lo spirito scegliere un’area politica piuttosto che un’altra

Nota Stampa Consiglio Generale AGCI

Brenno Begani Presidente di AGCI (Associazione Generale delle Cooperative Italiane):

La Cooperazione italiana non è figlia né vedova di alcun partito o movimento politico. Sarebbe un tradimento allo spirito della cooperazione scegliere un’area politica piuttosto che un’altra

“La cooperazione non è figlia e neppure vedova di alcun partito o movimento politico. Non ci sono in vista né fidanzamenti né matrimoni e quindi non ci possono essere o esserci stati  divorzi”. Così Brenno Begani Presidente di AGCI (Associazione Generale delle Cooperative Italiane) – una delle tre centrali cooperative che costituiscono l’Alleanza Cooperative Italiane, insieme a Legacoop e Confcooperative – all’indomani delle dichiarazioni del mondo cooperativo a presunto e totale sostegno di un movimento o partito politico piuttosto che di un altro. “AGCI è la terza Centrale italiana di cooperative, né bianca né rossa ma laica e libertaria – ha proseguito Begani – e la cooperazione è al servizio del Paese e delle comunità. Sarebbe un tradimento allo spirito della cooperazione scegliere una area politica piuttosto che un’altra. AGCI rifiuta la logica delle cinghie di trasmissione  e quindi a maggior ragione non deve esprimere delle opzioni verso schieramenti  politici. La cooperazione deve dialogare con tutti senza pregiudizi e deve essere pronta a dare  il proprio contributo a qualunque governo  perché lo consegna all’Italia. La nostra stella polare deve essere il territorio , i cittadini, l’economia del Paese, la legalità la lotta contro le false cooperative”.

Related posts