Amedeo Laboccetta MM Notizie 

Laboccetta (FI): Esecutivo, Gasparri un fuoriclasse in panchina

Amedeo Laboccetta (Forza Italia):

Ancora una volta desidero dare un consiglio non richiesto a Silvio Berlusconi. Anche se son convinto che non vorrà ascoltarlo. Tra poche ore si dovrà necessariamente sciogliere la riserva sul nome del forzista per la Presidenza del Senato. Ho letto che ballano molti nomi, tutti autorevoli e prestigiosi: Romani, Bernini, Casellati e Gasparri. A mio parere occorre individuare un criterio obiettivo. Esperienza, capacità, serietà, competenza, affidabilità, credibilità, cursus honorum. E vedere chi ha più titoli. Senza nulla togliere a Romani, Bernini e Casellati, penso proprio che Maurizio Gasparri per storia politica, (parlamentare di lungo corso, già Sottosegretario agli interni, già Ministro delle Comunicazioni, già Capogruppo al Senato, attuale VicePresidente del Senato), e per ultimo, ma non ultimo, in ottimi rapporti con il Presidente Mattarella, sia la figura più idonea per ricoprire il ruolo di Seconda carica dello Stato Italiano. Il criterio che propongo non è figlio dell’Amicizia. Ma Gasparri con altissima probabilità non diventerà Presidente del Senato. D’altronde Berlusconi ogni tanto fa circolare la voce che lo vorrebbe in campo per partite importanti. Lo convoca in nazionale sapendo che è un fuoriclasse, poi lo lascia in panchina, e non lo fa giocare. Ma vuoi vedere che c’è qualcuno che ricorda al Cavaliere che Gasparri è ancora troppo di Destra?  E’ un vecchio giochino ridicolo e fuori tempo. Ma gli uomini di Destra vera, aggiungono i Consigliori interessati, non sono gestibili. Hanno poi il grave “difetto” d’essere uomini liberi. E questo viene considerato un aggravante. Ancora poco tempo e sapremo. Infine, una considerazione amara, se non sei gradito ai cerchi che contano puoi giocare fino ad un certo punto. In alcuni casi non puoi neppure giocare.

Related posts