SantanchèDaniela Santanchè MM Notizie 

Santanchè (FdI): Governo, veloci con Presidenze problemi italiani sono altri, rivendichiamo incarico al candidato premier Salvini

Sen. Daniela Santanchè (Fratelli d’Italia):

Ho accolto con favore la nomina dei nuovi presidenti di Camera e Senato anche perché siamo felici che presidenti come Boldrini e Grasso siano stati archiviati e mi dispiace che dovrò vedere le loro foto nelle gallerie dei presidenti. Abbiamo eletto in maniera veloce i presidenti perché nell’agenda degli italiani non ci sono le elezioni dei presidenti ma bensì i problemi di ogni giorno che il governo ha lasciato in questi ultimi cinque anni, per i pensionati, per i giovani, per i lavoratori, per gli imprenditori, quindi noi dobbiamo ora metterci al lavoro per rispettare quello che abbiamo detto in campagna elettorale. La partita dei presidenti di Camera e Senato è una cosa mentre la formazione del nuovo governo è un’altra.  La nostra coalizione è arrivata prima con il 37,5 % e dunque noi rivendichiamo che l’incarico venga dato al nostro candidato premier Matteo Salvini. Noi non pensiamo ad un asse con il movimento 5 stelle ma ad un governo di centro destra con Salvini e crediamo giusto sia affidato a lui poi per carità il Presidente della Repubblica sceglierà. Capisco che all’interno di Forza Italia ci possono essere opinioni diverse ma noi dobbiamo restare in tutti i modi nella nostra alleanza per formare un governo di centro destra. Riguardo alla proposta di Toti della formazione di un partito unico, di una Lega Italia, ci sono due fattori che non mi convincono , primo non sarebbe un offerta giusta per i nostri elettori, magari una Federazione non un partito unico, seconda cosa è scomparso il voto moderato distrutto dal governo Pd che ha cancellato la classe media. Hanno vinto i partiti più radicali questo ci ha detto il voto del 4 marzo. Gli italiani sono preoccupati e afflitti dai tanti problemi e dunque la forza moderata non c’è nel Paese. C’è stato un cambiamento strutturale nella politica e dunque il convincimento di tutta la coalizione è di andare sul nostro programma e vedere se in Parlamento c’è chi riterrà  che quel programma è giusto ma non per le forze politiche ma per gli italiani.

Related posts