Elisabetta Gardini MM Notizie 

ALFIE: MAI PIU’ CASI SIMILI, DA ROMA APPELLO ALL’EUROPA

Fra i molti interventi anche quello di Chiara Paolini, madre di Emanuele. “Sono la mamma di tre bambini – ha spiegato – uno dei quali è affetto da una gravissima disabilità, una malattia mitocondriale. Una malattia rara che lo ha fatto rinominare il ‘Charlie italiano’. Il mio bimbo non cammina, non parla, mangia con un sondino naso-gastrico, lo hanno rianimato migliaia di volte: lui però vive, nonostante questo, in pienezza la sua vita. Qualcuno mi vorrebbe chiedere ‘com’è fare la mamma a un bambino così?’. La risposta è una sola: è bello, fare la mamma di un figlio malato non è diverso che fare la mamma di un bimbo normale, la sfida è più ardua, ma è lo stesso bellissimo. I nostri bambini non stano soffrendo, loro stanno vivendo la loro vita, una vita magari diversa rispetto agli altri bambini, ma non meno degna”. Diversi anche i politici intervenuti alla manifestazione. “Come si sa – ha ricordato Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia – ho chiesto al Governo italiano di curare Alfie come fosse stato un suo cittadino. Quando la cittadinanza gli è stata concessa mi sono sentita fiera di essere italiana, meno di essere europea. Non è la mia Europa quella che si accanisce su una famiglia che subisce il dramma più grande che possa capitare. Per me è impossibile che ci sia un burocrate che possa dirti come e se puoi curare tuo figlio. Questa battaglia andava combattuta per la nostra identità”. Elisabetta Gardini di Forza Italia ha ripercorso gli sforzi fatti nel Parlamento europeo nei giorni dell’agonia di Alfie. “Se noi pensiamo che il diritto di una persona sia morire e non vivere – ha osservato – è minacciato un fondamento della nostra società, che non è solo quella cattolica, ma affonda le sue radici in quella greco-romana. Dobbiamo continuare a lottare” perché “rappresentiamo la maggioranza degli italiani, quelli che non vogliono dare il kit del dottor Morte ai propri figli”. (

Related posts