Gianfranco Librandi MM Notizie 

Librandi (PD): Rifiuti Roma, Ciociaria a rischio immondizia della Capitale

Librandi: Ogni giorno un romano si sveglia e si domanda quale disastro commetterà la sindaca Raggi. Per colpa dell’incapacità de Movimento Cinque Stelle di gestire i rifiuti, la Ciociaria rischia di essere invasa da centinaia di tonnellate di immondizia proveniente dalla Capitale. In questo marasma, c’è anche una delibera regionale che potrebbe favorire la riapertura di discariche esauste e piene di guai come Malagrotta. Invece di far progredire la Capitale, Virginia Raggi è riuscita nell’impresa di farla tornare indietro di vent’anni.

Read More
Putzu Andrea Andrea Putzu MM Notizie 

Putzu (FdI-AN): Roma, Zètema si conferma centro di potere e di interessi nelle nomine e nei fatti

Andrea Putzu (Dirigente Nazionale Fratelli d’Italia – An) Le nomine del Cda di Zetema confermano come l’ente partecipato al 100% dal Comune di Roma sia un centro di potere ambito da molti. Sicuramente interessa a Luca Bergamo, visto che alla guida dell’azienda che si occupa di cultura ora siedono figure particolarmente gradite al vicesindaco di Roma. Una brama di potere su Zetema che Luca Bergamo denunciava facendo riferimento all’ex ad. Albino Ruperti, dicendo che Zetema è stato un centro di potere ma oggi non lo è più’. Frasi che poi…

Read More
maullu MM Notizie Stefano Maullu 

Maullu (FI): Roma, nomine Zètema punta dell’iceberg dello strapotere di Bergamo

On. ed europarlamentare Stefano Maullu (Forza Italia) Luca Bergamo è il grande manovratore delle nomine nei ruoli chiave della Capitale. Le scelte del Cda di Zetema sono solo la punta dell’iceberg di una serie di nomine che hanno visto persone vicine al vicesindaco di Roma sedere in posti apicali di enti comunali. Non dobbiamo dimenticare il caso di Cristina Da Milano, inserita qualche mese fa nel cda del Teatro di Roma. Cristina Da Milano a maggio dello scorso anno veniva sponsorizzata su Facebook da Luca Bergamo che invitava a votarla…

Read More
giuseppe cangemi Giuseppe Cangemi MM Notizie 

Cangemi (Cons. Lazio) a Luca Bergamo: Le informazioni della stampa vanno smentite non corrette, chieda lui scusa, ma a tutti i romani

Giuseppe Cangemi, Consigliere regionale Lazio Il signor ‘nominato’ Luca Bergamo avrebbe potuto smentire un’informazione che noi abbiamo ripreso dai giornali. Colpiscono le tempistiche con cui il vicesindaco di Roma “corregge” le notizie che escono sul suo conto. Luca Bergamo chieda scusa a tutti i romani per il modo in cui l’amministrazione di cui è vicesindaco sta governando, o sta non-governando, Roma. La città va a rotoli e il numero due del Campidoglio pensa a correggere una dichiarazione ripresa dalla stampa. Ecco il metodo dei grillini al potere: fare i maestrini…

Read More

Bordoni (FI): Roma, nomine Zètema lottizzazione trasversale Pd-M5S forse poco attenta alla gestione del patrimonio culturale

Davide Bordoni (capogruppo Forza Italia al Comune di Roma) Le nomine del nuovo Cda di Zetema dimostrano ancora una volta la grande influenza di Casaleggio sugli affari di Roma. Questa volta le scelte fatte seguono un’incomprensibile lottizzazione trasversale che premia figure che sono state vicine al centrosinistra e che il Movimento Cinque Stelle ha deciso di mettere in ruoli apicali di una società partecipata. Ma i romani non sono tanto interessati ai giochi di poltrone quanto al fatto che un ente che si occupa di attività culturali funzioni e sia…

Read More
Giuseppe Cangemi Giuseppe Cangemi MM Notizie 

Cangemi (Cons. Lazio): Roma, nomine Zètema l’esempio di come M5S – Pd si spartiscono le poltrone

Giuseppe Cangemi, Consigliere regionale Lazio In Campidoglio stiamo assistendo all ’ennesimo caso in cui la Raggi dimostra di non contare niente. Nelle nomine del nuovo Cda di Zètema, il vicesindaco di Roma Luca Bergamo ha scelto un suo ex assistente, Remo Tagliacozzo, come amministratore delegato. Curiosa anche la nomina di Simonetta Lux, l’anno scorso candidata nella lista dei Radicali a sostegno di Roberto Giachetti. Stiamo assistendo a una grande pax tra Movimento Cinque Stelle e Partito Democratico sulla base di ruoli e poltrone. Un episodio che conferma le trame oscure…

Read More
matteo colaninno Matteo Colaninno Matteo Colaninno MM Notizie 

Matteo Colaninno (Pd): Rifiuti, magliette gialle, da Raggi polemiche pretestuose ed incapacità d’accogliere manifestazione democratica

Dichiarazione dell’on. Matteo Colaninno (Partito Democratico) MATTEO COLANINNO:«È un peccato che davanti a una manifestazione democratica e di popolo come quella della magliette gialle che ripuliscono Roma organizzata dal Pd, il sindaco Virginia Raggi, anziché unirsi preferisca fare polemica. Roma è da un anno che attende soluzioni. Dare la colpa a chi l’ha preceduta oggi è molto pretestuoso».

Read More
Bordoni Davide Davide Bordoni MM Notizie 

Bordoni (FI): Sabato 25 marzo, trattati di Roma, sarà una giornata difficile per la Capitale ma, confidiamo nell’impegno delle forze dell’ordine per prevenire la violenza.

Bordoni (capogruppo Forza Italia al Comune di Roma)   “Domani sarà una giornata difficile per la Capitale, speriamo non diventi drammatica. Per ora sappiamo solo che sono previsti 2 sit-in e 4 cortei in parti diverse della città, che arriveranno i black bloc da tutta Europa, che è stata istituita una no fly zone. I negozi resteranno chiusi e la gente scapperà per paura non solo di attacchi terroristici ma anche e soprattutto di quei manifestanti che si infiltrano solo per creare caos e che troppo spesso hanno messo a…

Read More
MASSIMO ARTINI Massimo Artini MM Notizie 

Artini (AL): Raggi specchio della superficialità dei 5 stelle

On. Artini (AL): Raggi specchio della superficialità dei 5 stelle “Raggi è talmente delegittimata che non è in grado di decidere se cacciare un suo assessore o tenerlo e di fatto è Grillo il nuovo sindaco di Roma. Tra cerchi e raggi magici, arresti e dimissioni, bocciature e sostituzioni la sindaca ha dimostrato all’Italia il poco spessore politico dei 5 Stelle quando si trovano di fronte ad una prova di governo impegnativa. Roma doveva essere il banco di prova è stata invece una trappola mortale innescata proprio dalla superficialità dell’approccio grillino”.

Read More